GP Singapore, la pioggia rovina le libere 1

GP Singapore, la pioggia rovina le libere 1

0 1

Singapore – Ha piovuto, poi la schiarita ma pista umida. Poi ancora pioggia. Chi è stato più fortunato è riuscito a fare il tempo nel  momento migliore. Gli altri buon gré mal gré hanno dovuto, comunque, girare almeno per testare le gomme da acqua ma senza la velleità di migliorare il crono.
A conclusione dell’ora e mezza delle prime libere in testa alla classifica c’è la Red Bull di Mark Webber: 1’54″589. L’anno scorso con pista asciutta la Red Bull di Vettel nella stessa circostanza girò 1’50″614. Al secondo posto quello che in queste condizioni ti puoi anche aspettare  e che non avresti trovato se gli altri avessero potuto fare un giro in condizioni migliori. Ovvero Michael Schumacher con la Mercedes, il quale per 119 millesimi non ha guadagnato la prima posizione. Terzo Adrian Sutil con la Force India Mercedes, il quale ha chiuso il trittico dei piloti dentro l’1’54”, a 238 millesimi da Webber.
Sébastian Vettel, quarto, apre la lista dei 7 piloti dentro 1’55”, l’ultimo dei quali è stato Vitaly Petrov , decimo con la Renault. Tra i due nell’ordine Alguersuari (Toro Rosso), Button (McLaren), Liuzzi (Force India), Buemi (Toro Rosso) e Kubica (Renault). La Ferrari di Fernando Alonso, undicesimo, è l’apripista del gruppo in 1’56” che comprende Kobayashi (Sauber), Heidfeld (Sauber), Rosberg (Mercedes), Kovalainen (Lotus),  Barrichello (Williams), Hulkenberg (Williams) ed Hamilton (McLaren). Felipe Massa con l’altra Ferrari è con 1’57” al diciannovesimo posto.
Anche per le libere 2 che si svolgeranno quando in Italia saranno le 3:30 del pomeriggio si prevede pioggia. Il che significa che bisognerà pensare ad una qualifica e ad una gara bagnata e regolarsi di conseguenza senza perdere tempo. (ore 14:00 in Italia)

NO COMMENTS

Leave a Reply