Barcellona – Continua a splendere il sole, sull’asfalto ci sono 43 gradi e le ruote bollenti continuano ad essere quelle della Red Bull di Mark Webber. Nelle libere 2 di oggi pomeriggio l’australiano ha dato una accorciata netta di 2″672 al suo crono delle libere 1 ed ha tenuto dietro tanto per cominciare la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton seppure di appena 39 millesimi. Sébastian Vettel per effetto di questa risalita dell’inglese ha perso la seconda posizione della mattina ed è passato in terza a 356 millesimi dal compagno di squadra.
Sono stati questi tre piloti gli unici a fermare il cronometro dentro l’1’22, altri quattro che comunque si sono impegnati con lodevole impegno non sono riusciti a schiodarsi dall’1’23”. Sono Jenson Button, quarto con la seconda delle McLaren Mercedes a 718 millesimi da Webber, Fernando Alonso, quinto con la Ferrari a 1″098, e i due Mercedes Nico Rosberg, sesto a 1″116, e Michael Schumacher, settimo a 1″511. Seppure con un miglioramento di 20 millesimi rispetto al distacco di stamane tra la Ferrari di Alonso e la Red Bull di Webber continua ad esserci la differenza di più di 1 secondo. Quel secondo che continua ad essere l’attuale gap sul giro tra la monoposto campione del mondo e la Rossa di Maranello.
Netto miglioramento di posizione per Felipe Massa passato dal sedicesimo posto di stamane all’ottavo di oggi pomeriggio. Il brasiliano nelle libere 1 aveva accusato +3″512 da Webber ridotto a +1″808. Anche per la seconda Ferrari 1 secondo galeotto che non si riesce a limare.
La top ten del pomeriggio è completata dalla nona posizione di Nick Heidfeld con la Renault e dalla decima di Sergio Perez con la Sauber Ferrari. L’altra Renault di Vitaly Petrov ha ottenuto l’undicesimo posto.
Domattina dalle 11 alle 12 la terza sessione di prove libere e alle 14 il momento della verità affidato ai tre turni di qualifica. L’anno scorso la pole e la vittoria andarono proprio a Mark Webber. Alonso scattato in terza posizione dalla seconda fila accanto ad Hamilton arrivò secondo al traguardo davanti a Vettel partito dalla prima fila. L’anno scorso… (ore 15:40)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.