Monte-Carlo – Mentre scrivo non si hanno notizie certe sulle condizioni di Sergio Pérez ricoverato all’ospedale del Principato dopo il drammatico incidente che alle ore 14:57 ha fermato la Q3 per più di mezzora. Il ventunenne pilota messicano all’uscita del tunnel ha perso il controllo della sua Sauber Ferrari e si è schiantato con la barriera a cuneo che separa il circuito dalla via di fuga. Lo stesso incidente che stamane nelle libere ha avuto come protagonista Nico Rosberg il quale però è stato in grado di evitare l’impatto e se l’è cavata con l’auto distrutta e tanta paura. I soccorsi sono stati immediati ma per più di dieci minuti Pèrez è rimasto in stato di semincoscienza dentro la sua monoposto ridotta ad un ammasso di lamiere contorte prima di essere estratto e trasportato all’ospedale del Principato, che è limitrofo al circuito.
Alla riapertura della pit lane, con 2 minuti e 26 secondi a disposizione, è stato dato per scontato che il crono fatto registrare da Sébastian Vettel prima dell’incidente non sarebbe stato ritoccato. Il campione del mondo in carica ha fermato il cronometro su 1’13″558 superando di 441 millesimi quello fatto da Jenson Button che per qualche minuto ha creduto d’avere fatto il colpaccio. Quinta pole in sei gare per il tedesco e per la seconda volta in sei gare prima fila per l’inglese (la prima in Cina).
La seconda fila conferma il quarto posto di Montemelò di Fernando Alonso, quarto a +927 millesimi da Vettel, accanto al poleman sia quì nel Principato l’anno scorso sia sette giorni fa in Spagna, Mark Webber col terzo tempo (+463 millesimi dal compagno di squadra).
Michael Schumacher ha conquistato la sua migliore partenza in griglia quest’anno, terza fila col quinto tempo a +1″126 da Vettel, allineamento che condivide con Felipe Massa, sesto con +1″331 dalla Red Bull di testa.
Dalla quarta fila partirà Lewis Hamilton insieme con Nico Rosberg e completano la top ten Pastor Maldonado col nono tempo e teoricamente Sergio Pérez della cui partecipazione al Gran Premio di domani ci sono dubbi motivati.
La qualifica è stata un’autentica debacle per la Renault: Petrov undicesimo e Heidfeld addirittura sedicesimo. Dall’ultima fila partiranno le due Hispania. E non è una notizia se non fosse per il fatto che entrambi i piloti a causa delle auto incidentate nelle libere 3 non hanno potuto prendere parte alle qualifiche. (ore 16:32)
NEGLI ARGOMENTI CORRELATI LE NOTIZIE SULLE CONDIZIONI DI PEREZ E LE INTERVISTE DI PAOLA ROSETTI.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.