Silverstone – Delusione pomeridiana, dopo la mattinata a condizioni atmosferiche alterne. Si aspettavano condizioni di asfalto migliori. In effetti all’apertura della pit lane la pista sta asciugandosi e i piloti hanno atteso prima di uscire. Meteo smentito. Ha ripreso a piovere con diversa intensità per tutta l’ora e mezza a disposizione. I tempi sono inevitabilmente saliti. Quello di Felipe Massa e della Ferrari che è stato il migliore è stato di oltre 3 secondi più alto rispetto al crono di Webber di stamane.
Massa ha fatto 9 giri ed ha fermato il cronometro su 1’49″967. Nico Rosberg, secondo con la Mercedes, di giri ne ha fatti 16 ma le condizioni della pista non gli hanno consentito di andare oltre 1’50″744. Sedici giri ha fatto anche Kamui Kobayashi, terzo con la Sauber Ferrari, rimessa a nuovo dopo l’incidente della mattina, con il miglior crono di 1’51″395. La McLaren Mercedes ha occupato la quarta e quinta posizione con sei giri per entrambi i piloti, rispettivamente  Lewis Hamilton 1’51″438 e Jenson Button 1’51″518. Diciotto giri per Adrian Sutil, sesto con la Force India Mercedes, tempo 1’35″738; sette per Paul di Resta, settimo anch’egli con la Force India, 1’51″781. La top ten è stata completata da Rubens Barrichello, ottavo con la Williams Coshwort, 13 giri e 1’51″992, Sergio Pérez, nono con la Sauber Ferrari, 12 giri e 1’52″169, e Sebastian Buemi, decimo con la Toro Rosso Ferrari, 21 giri e 1’52″189.
Fuori dalla lista dei primi dieci la Mercedes di Michael Schumacher, dodicesima (12 giri, 1’52″325), le due Red Bull di Mark Webber, quattordicesimo (6 giri, 1’52″587) e Sebastian Vettel, diciottesimo (4 giri, 1’54″545), la Ferrari di Fernando Alonso, quindicesimo (8 giri, 1’52″869).
Le condizioni del tempo per domani annunciano cielo coperto con piovaschi, sia per le libere 3 sia per le qualifiche del pomeriggio. Anche la gara dovrebbe essere caratterizzata dalla pioggia. (ore 15:45)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.