Silverstone – Piove e non piove. Le condizioni atmosferiche peggiori per un test che anticipa la qualifica. Non sai cosa fare, quali gomme scegliere e vai per ipotesi più che per certezze. Non tutti riescono a fare il giro migliore nelle condizioni migliori. Comunque una sfida è aperta. la Ferrari di Fernando Alonso è stata messa sotto dalla Red Bull di Vettel per appena 63 millesimi: 1’31″401 contro 1’31″464. Riscontro da ottimismo seppure moderato, anche se Fernando è riuscito a tenere dietro l’altra Red Bull di Webber di oltre 3 decimi. Possibilità di pole pomeridiana? Dipende anche e soprattutto dalle condizioni della pista. Sul bagnato Alonso (forse) se la può giocare.
L’altra Ferrari di Massa ottiene il quarto posto. Posizione lodevole, è il distacco che non merita la lode: +768 millesimi da Vettel, +705 dal compagno di squadra, +340 da Webber. Da parte sua Maldonado e la Williams approfittano della circostanza e sono andati a prendersi il quinto posto mentre non sono riusciti nell’intento di… approfittatori Bunton, sesto con la McLaren, Rosberg, ottavo con la Mercedes, Schumacher, undicesimo con l’altra Mercedes, Hamilton, tredicesimo con la seconda McLaren. Ricciardo bis con la Hispania davanti al compagno di squadra Liuzzi (ultimi due posti).
Si scruta il cielo e si aspettano le qualifiche. Che scatteranno quando in Italia saranno le ore 14:00.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.