Nürburgring – Temperatura dell’aria è ancora molto bassa a 15 gradi, sulla pista 23. In queste condizioni il pomeriggio con le morbide diventa difficile per tutti (Chandhok, Hamilton, Rosberg e Ricciardo sono quelli che si trovano peggio). Tra Red Bull e Ferrari un botta e risposta che annuncia scintille per tutto il week-end. Il tempo più veloce lo stabilisce Mark Webber: 1’31″711. Limato di di 183 millesimi l’1’31″894 di stamane fatto da Fernando Alonso che si è migliorato di 15 millesimi (1’31″879) ma  non è bastato per chiudere in testa anche la seconda sessione di libere: è secondo a 168 millesimi da Webber. Lo spagnolo ha anche evitato di entrare in collisione con Schumacher durante un sorpasso alla curva sette. Il botta e risposta ha coinvolto anche Sebastian Vettel e Felipe Massa ma entrambi nel range di 1’32”. La Red Bull del tedesco ha ottenuto la terza piazza con 1’32″084 (+373 millesimi dal compagno di squadra), la Ferrari del brasiliano (che ha lamentato problemi dio sottosterzo) la quarta con 1’32″354 (+643 millesimi).
Per quel che può, migliora la condizione delle Mercedes e nel pomeriggio Michael Schumacher riesce a fare meglio di Nico Rosberg. Sono rispettivamente quinto e sesto con +700 e +846 millesimi dalla Red Bull di testa. Peggiora la situazione delle McLaren rispetto alla mattina per quanto riguarda i posizionamenti. Lewis Hamilton (problemi di sottosterzo) è settimo a 1″013 da Webber e Jenson Button (preceduto nell’ordine dalle Renault di Nick Heidfeld e Vitaly Petrov e dalla Force India Mercedes di Adrian Sutil) è undicesimo a 1″514. (ore 16:00)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.