Nürburgring – Cielo coperto ma pista asciutta. E’ prevista pioggia durante le qualifiche che scatteranno alle ore 14:00 ma anche ieri l’aspettavamo e non è arrivata. La temperatura dell’aria è solo 12 gradi  sulla pista ce ne sono 20. Nel braccio di ferro tra Red Bull e Ferrari, che nei primi due turni aveva avuto protagonisti principali Webber e Alonso, è entrato in scena ora Sebastian Vettel. Lo ha fatto con l’autorevolezza di chi sa di potere continuare a dettare la sua legge. Quella del più forte. Nel finale di sessione delle libere 3 di stamane il campione del mondo in carica, mai vincitore nella gara di casa, ha scompaginato le ambizioni di Webber e Alonso che ancora una volta sembrava dovessero decidere tra loro la supremazia nel terzo turno. Vettel ha infilato un tempo unico: 1’30″916. Qualche attimo prima Webber aveva fatto 1’31″049 ed aveva strappato la prima posizione ad Alonso per lungo tempo fermo in testa con 1’31″138. Ora sono tutti d’accordo. Vettel s’era nascosto nelle precedenti occasioni come usa fare.
La McLaren soffre in silenzio e manifesta problemi di tutti i tipi. Più visibili quelli che hanno condizionato Jenson Button (kers e sistema di scarico) che comunque ha l’alibi di non avere potuto girare ad armi pari neanche col compagno di squadra che ha chiuso la sessione davanti, al quarto posto. Sesto posto per Nico Rosberg con la Mercedes, ultimo dei piloti a girare in 1’31”.
La lista degli 1’32” è inaugurata dalla Ferrari di Felipe Massa, settimo. Il brasiliano ha sommato +1″228 da Vettel, +1″095 da Webber, +1″006 dal compagno di squadra. La top ten di stamane è stata completata dalla Force India di Adrian Sutil, ottava, dalla Mercedes (con problemi al kers) di Michael Schumacher, nona, e dalla Williams di Maldonato, decima.
Non traggono buoni auspici dal turno di stamane le Renault di Petrov, undicesimo, e di Heidfeld, tredicesimo. (ore 12:15)

NO COMMENTS

Leave a Reply