GP BELGIO. Schumacher festeggia 20 anni dopo

GP BELGIO. Schumacher festeggia 20 anni dopo

Spa-Francorchamps – Le Ardenne non si smentiscono. Dalla pioggia torrenziale cominciata otto minuti dopo l’apertura della pit lane fino alle 10:40, poi il sole e 23 gradi. Quando la pista comincia ad asciugarsi arriva l’incidente a di Resta alla Blanchimont ed a seguire quello di Senna e bandiera rossa che riduce il tempo utile finale ad appena 7 minuti. Nelle condizioni migliori i più veloci a riprendere la pista sono i piloti della Mercedes che si contendono il tempo migliore che alla fine sarà di Michael Schumacher. Il quale così festeggia i 20 anni di F.1 (esordio proprio quì a Spa il 25 agosto 1991 con una Jordan). Secondo a 474 millesimi Nico Rosberg. Non era mai successo quest’anno. Regalo di… compleanno del giovane tedesco all’anziano pluridecorato compagno di squadra?
Gli altri, hanno lasciato fare anche perché non c’è stato tempo per fare meglio. Per cui non costituiscono sorprese il terzo posto di Jenson Button con la McLaren a 8″385, il quarto di Sebastian Vettel con la Red Bull a 9″397, il quinto di Lewis Hamilton con l’altra McLaren a 9″946, il settimo di Felipe Massa con la Ferrari a 10″373, l’undicesimo di Fernando Alonso con l’altra Ferrari a 12″700 e il sedicesimo di Mark Webber con la Red Bull a 15″437.
Inizia male il ritorno di Bruno Senna sostituto di Nick Heidfeld in Renault: il brasiliano è uscito di pista e ha danneggiato il posteriore della sua Renault urtando le gomme delle protezioni. Incidente anche per Paul di Resta con la Force India: anche per lui danni agli alettoni, ma nessuna conseguenza fisica. (ore 11:45)

NO COMMENTS

Leave a Reply