Spa-Francorchamps – Tornata la normalità, con il sole a regalare una apprezzata tregua meteo nell’imprevedibile clima delle Ardenne, Michael Schumacher è rientrato nella mediocrità dopo avere festeggiato stamane col giro veloce i 20 anni di attività nel Circus, favorito da irripetibili circostanze favorevoli: undicesimo posto a +1″671 dalla vetta. Mentre Nico Rosber, stamane stranamente rinunciatario per gratificare il veterano di tante battaglie, è tornata a recitare il ruolo abituale di pilota migliore della Mercedes: sesto a 921 millesimi dal tempo migliore del pomeriggio.
Che è stato della Red Bull Renault di Mark Webber con 1’50″321 il quale è riuscito a superare di 140 millesimi il crono della Ferrari di Fernando Alonso, secondo. Le McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton hanno conquistato rispettivamente il terzo e quarto posto con +449 e +517 millesimi. Le frecce d’argento hanno completato il quartetto che nelle libere 2 è entrato nel range dell’1’50” mentre Felipe Massa con la Ferrari è il capofila del pacchetto di sette piloti con 1’51” chiuso da Schumacher e del quale, dopo il brasiliano nell’ordine fanno parte, Nico Rosberg, Sergio Pérez, Nico Hulkenberg, Paul di Resta e Sebastian Vettel.il quale ha svolto un lavoro ridotto, 13 giri, rispetto al compagno di squadra, 22 giri, anche a causa di problemi di assetto. (ore 15:45)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.