Monza – La caccia è aperta. Ovviamente. Ma solo per il gusto di abbattere la preda, togliergli l’abitudine alla pole ed al successo e in definitiva rendergli la vita difficile da qui alla conclusione della stagione. Sebastian Vettel, anche se la matematica non consente di essere definitivi mancando 7 gare, può considerarsi riconfermato nella carica di campione del mondo. L’unico che ha chances di rompergli le scatole più degli altri è il compagno di squadra Mark Vettel, non fgoss’altro per avere l’altra monoposto marziana di questa stagione. Ma figuratevi se il buon Mark, contratto rinnovato in anticipo, sarà lasciato libero di fare quel che ha fatto l’anno scorso quando nell’ultima gara lui e Alonso sono stati beffeggiati nel momento della verità e fra i due litiganti ha goduto il terzo, appunto Vettel.
Il Gran Premio d’Italia non può proporre temi diversi. Ferrari e McLaren devono provarci. E ci proveranno. L’anno scorso vinse Fernando Alonso, in piena rimonta iridata, Jenson Button fu secondo ( i due partivano dalla prima fila, lo spagnolo in pole), Sebastian Vettel terzo e Mark Webber sesto preceduto da Nico Rosberg. La Mercedes dopo la bella prova di Spa è anch’essa in cerca di conferme ma i precedenti hanno dimostrato che dopo una ngarfa incoraggiante la Stella si spegne nella successiva.
La situazione in casa McLaren si è improvvisamente destabilizzata quando il team ha deciso di non rinnovare il contratto a Button. Non sembrano infatti bastare vittorie, rimonte e sorpassi (tanti) per far scattare l’opzione di rinnovo. Il team di Woking continua a prendere tempo rischiando così di far scattare un importante effetto domino. Commenta Button: <<Non capisco il perché di questa situazione. Io rimango ottimista e attendo l’invito del team per sbloccarla. Aspetto con ansia che la McLaren eserciti l’opzione per il prossimo anno>>.
Il meteo dovrebbe essere favorevole e quindi tutto il week-end dovrebbe svolgersi nelle migliori condizioni.
Il programma della tre-giorni si svolgerà con le solite cadenze: venerdì 9, 10:00-11:30 prove libere 1 e 14:00-15:30 libere 2; sabato 10, 11:00-12:00 rove libere 3 e 14:00-15:00 qualifiche; domenica 11, la gara scatterà alle 14:00.  (ore 18:00)