Doha – La presentazione di Jenson Button entra nella logica dellle cose considerato che il pilota inglese della McLaren aspira al secondo posto nella classifica iridata. E considerato anche che la stessa aspirazione ce l’hanno Mark Webber e Fernando Alonso. Quindi, niente di meglio che presentarsi col giro veloce nelle libere 1 che hanno aperto il week-end negli Emirati Arabi. Hanno cercato di contrastarlo in quattro ma alla fine l’1’40″263 del campione del mondo 2009 e della sua McLaren Mercedes è bastato per tenere dietro i concorrenti. Mark Webber con la Red Bull si è classificato secondo a 126 millesimi, Lewis Hamilton compagno di squadra del leader della mattina terzo a 140. Più sostanzioso il distacco della Red Bull del campione del mondo in carica e riconfermato con quattro gare d’anticipo. Sebastian Vettel ha chiuso al quarto posto a 492 millesimi. Fernando Alonso e la Ferrari, quinti, hanno superato l’asticella del mezzo secondo di distacco (538 millesimi).
Con lo spagnolo si chiude la lista dei piloti al traguardo con 1’40” e con Felipe Massa si apre la lista degli 1’41”. Solo due, perché oltre al brasiliano, sesto a 997 millesimi, a questo limite è arrivato anche Adrian Sutil con la sua Force India Mercedes, settimo a 1″077.
Da Nico Rosberg a Jaime Alguersuari tre piloti per completare la top ten di stamane a quota 1’42”: il tedesco della Mercedes ottavo con +1″767, Paul di Resta con l’altra Force India Mercedes nono con +1″888, lo spagnolo della Toro Rosso Ferrari decimo con +2″114.
Michael Schumacher non è andato oltre il quindicesimo posto (1’43″389, +3″126) mentre Rubens Barrichello è rimasto a riposo forzato in quanto la sua Williams Cosworth si è spenta e di ripartire non ne ha voluto sentire. (ore 12:00 in Italia)

NO COMMENTS

Leave a Reply