Interlagos – Brasile gara numero 19, l’ultima della stagione. Il 19 è il numero fortunato di Mark Webber che quì ha ottenuto la prima vittoria di una stagione con poca luce e molte ombre. Numero tanto più fortunato in quanto ha permesso al pilota australiano di salire sul podio più alto solo quando il cambio ha cominciato a rendere difficoltoso a Sebastian Vettel il volo verso la dodicesima vittoria. Il campione del mondo è stato costretto a dare strada al compagno di squadra e da quel momento ha ripreso con regolarità la sua gara. Un giallo.Tanto regolare da non avere alcuna preoccupazione d’arrivare al traguardo col secondo posto assicurato. Webber ha legittimato il successo a suon di giri record fino al conclusivo 1’15″324 (fatto all’ultimo giro).
Assicurazione che è mancata a Fernando Alonso, splendido primattore della competizione fino a 12 giri dalla fine. Fernando ha fatto il capolavoro della giornata agguantando subito il quarto posto con un avvio bruciante e due giri dopo lo ha perfezionato infilando Button. Lo spagnolo ha fatto una gara di grande valore tecnico e agonistico fin quando ha montato le gomme soft. L’ultimo obbligatorio cambio per utilizzare le medie lo ha affondato miseramente. La Ferrari da quel momento si è trovata in stato d’inferiorità prestazionale proprio nei confronti della McLaren di Button che a 11 giri dalla conclusione ha effettuato il sorpasso andando a conquistare quel terzo posto che fino a quel momento era sembrato potesse essere di Alonso. Il quale si è dovuto accontentare del quarto senza avere potuto lottare ad armi pari nel finale di gara. Col terzo posto in gara Alonso ha perso anche il terzo posto finale nella classifica piloti. Button ha conquistato il secondo (lo avrebbe fatto anche col quarto posto al traguardo), Webber con i 25 punti del successo si è preso il terzo. Per la Ferrari una stagione assolutamente insufficiente.
Quinto posto per Felipe Massa che, comunque, ha fatto una gara anonima e solo l’uscita di scena di Lewis Hamilton (rottura del cambio) gli ha reso la vita più facile. Felipe è stato l’ultimo dei piloti arrivati al traguardo a pieni giri.
La top ten dei piloti che prendono punti è stata completata da Adrian Sutil, sesto con la Force India, Rosberg, settimo con la Mercedes, Paul di Resta, ottavo con l’altra Force India, Kamui Kobayashi, nono con la Sauber, e Vitaly Petrov, decimo con la Renault. (ore 19:10 in Italia)

NO COMMENTS

Leave a Reply