Sepang – L’atto di forza in conclusione delle sessioni di prove libere è della Mercedes. Nello specifico di Nico Rosberg, unico pilota a chiudere le libere 3 di stamane dopo 16 giri in 1’36″877. Le due Red Bull Renault, che pure hanno dato segni di risveglio, si sono fermate al secondo e al terzo posto rispettivamente con Sebastian Vettel e Mark Webber, 443 millesimi di distacco il primo, 461 il secondo. La sveglia stamane è suonata anche per la Lotus Renault con il “veterano” Kimi Raikkonen finalmente davanti al compagno di squadra Romain Grosjean. I due sono stati tenuti da Rosberg a 479 e 505 millesimi di distacco.
McLaren forse nascosta comunque non in grande evidenza. Il migliore dei due è stato Jenson Button che ha chiuso al sesto posto, +527 da Rosberg, mentre Lewis Hamilton (dominatore delle prime due sessioni) al nono, +899 il suo distacco. Al suo primo giro veloce Hamilton andato largo alla 13ma curva dopo aver perso la parte posteriore ad alta velocità e ha dovuto recuperare la macchina dalla ghiaia per tornare ai box. Ha potuto completare solo otto giri nella sessione e non ha tesstato le gomme medie.
La top ten è stata completata da Pastor Maldonado con la Williams Renault, settimo a 578 millesimi da Nico, Michael Schumacher con la Mercedes, ottavo ed in ritardo di 786 millesimi dal compagno di squadra, Kamui Kobayashi con la Sauber Ferrari, decimo a 1″100.
Nonostante le cure dei medici la Ferrari peggiora in sala rianimazione. Fernando Alonso 13mo a 1″369 da Rosberg, Felipe Massa 18mo a 2″332 (come nelle libere 3). Siamo nell’anticamera delle qualifiche è l’allarme rosso è ai massimi livelli. Terapia intensiva e preghiere. La fede può aiutare.
La maggior parte dei piloti ha trascorso i primi 25 minuti dell’ora a disposizione nel box. Una pioggia leggera a mezzogiorno ha lasciato umida la superficie del circuito e tutti i giri di installazione sono stati completati con gomme intermedie in attesa che la pista si asciugasse completamente. In effetti il solo a fare 20 giri è stato Bruno Senna (undicesimo)  con la Williams Renault, tutti gli altri al massimo ne hanno fato 18.
Riscontri cronometrici a parte nessuna delle squadre può stare tranquilla per le qualifiche: con la minaccia di la sessione potrebbe diventare una lotteria con la pista bagnata. (ore 07:30 in Italia)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.