Mas la Morenta – 1’23″168, il crono migliore delle tre sessioni di prove libere. Lo ha fatto stamane Sebastian Vettel con la Red Bull Renault ed ovviamente si propone per la pole. Il motore Renault ha occupato anche la seconda posizione con la Williams di Pastor Maldonado arrivato a 168 millesimi dal campione del mondo in carica. Un po’ più distante Kamui Kobayashi con la Sauber Ferrari al quale Vettel ha dato 182 millesimi mentre 410 li ha dati al compagno di squadra Mark Webber che ha chiuso al quarto posto. L’altra Sauber Ferrari di Sergio Perez si è classificata quinta, già ad oltre mezzo secondo dal crono di Vettel (per l’esattezza 574 millesimi). Due motori Ferrari tra i primi cinque è il premio di consolazione delle libere 3 per Maranello alle prese con due monoposto che evidenziano diversi problemi (Massa, ad esempio, ha lamentato bassi livelli di aderenza) e che il massimo che ha ottenuto è stato il sesto posto di Fernando Alonso il cui distacco somma 639 millesimi mentre il citato Massa ha chiuso all’11mo posto col solito baratro di 1″011, una costante avvilente.
E’ stata, comunque, una mattinata poco convincente per tutti i team che puntano alla pole e alla vittoria. Il massimo della jella l’ha avuta Romain Grosjean la cui Lotus Renault 17 minuti dopo l’apertura della pit lane e appena due giri effettuati si è fermata alla curva 10 col motore spento per avere perso pressione del carburante. Una sessione da spettatore. Ma anche la McLaren avrà il suo da fare al box prima delle qualifiche. Jenson Button ha ottenuto stamane 1’23″709 che ha peggiorato di oltre mezzo secondo il tempo con cui aveva dominato le libere 2 e si è classificato ottavo (settimo Jean-Eric Vergne con la Toro Rosso Ferrari) a 741 millesimi da Vettel e Lewis Hamilton è finito al 16mo posto a 1″610.
La Lotus Renault impegnata nel recupero di Grosjean ha ricevuto il regalo di Kimi Raikkonen nono a 768 millesimi. La Mercedes come la McLaren ha avuto i problemi maggiori di aderenza e ha ritrovato a fine sessione Nico Rosberg decimo con +902 millesimi e Michael Schumacher 17mo con +1″657. (ore 12:30)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.