Monte-Carlo – Splende il sole stamane nel Principato. La pioggia è attesa sabato, soprattutto nell’orario delle qualifiche, e per domenica cielo coperto con alternanza di pioggia e schiarite. Domani giornata di riposo, come da tradizione. Tutti al Casino Royal per l’azzardo che più azzardo non si può con queste condizioni meteo.
Intanto stamane la classifica l’ha dettata la Caterham di Heikki Kovalainen che è andata a fuoco nel tunnel a 10 minuti dalla conclusione della prima sessione di prove libere e a causa del denso fumo che ha riempito il passaggio il direttore di gara ha deciso di sospendere definitivamente le ostilità. Se ne riparlerà nel pomeriggio. E così Fernando Alonso e la Ferrari che erano riusciti a fare 1’16″265 sui  3,340 chilometri del tracciato cittadino del Principato sono rimasti in testa senza dovere temere possibilità di rimonta da parte di tutti gli altri assatanati quì convenuti con propositi di vendetta. Alonso è stato il migliore dei sei che fino a quel momento erano entrati nel range dell’1’16” e che nella gerarchia dei valori ha cristalizzato la classifica, nell’ordine, con la Lotus di Grosjean seconda a 365 millesimi, la Sauber di Perez terza a 446, la McLaren di Hamilton quarta a 482, la Williams di Maldonado quinta a 495, e la Ferrari di Massa sesta a 578.
Col tempo di 1’17” i sei che magari avevano atteso gli ultimi 10 minuti per “scoprirsi”, tra i quali ci sono gli “eccellenti” Button ottavo, Vettel nono, Rosberg decimo, Schumacher 11mo. Webber addiriturra 1’18”, 13mo, e Raikkonen senza tempo 24.mo a causa di non meglio identificati problemi durante il giro di installazione. (ore 11:45)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.