Monte-Carlo – La regola dei 20 minuti. Stamane il motore in fiamme della Caterham di Kovalainen aveva “rubato” i 20 minuti conclusivi della prima sessione di prove libere e Alonso era riuscito a rimanere col tempo migliore. Oggi pomeriggio dopo 20 minuti ha cominciato a piovere. Gli esperti meteo continuano ad essere inattendibili e inaffidabili. La pioggia era prevista per sabato e domenica. Invece…
In quel momento il tempo migliore lo aveva fatto Jenson Button con la McLaren, 1’15″746, e Romain Grosjean con la Lotus gli si era avvicinato di 392 millesimi. Gli stessi 3 decimi che in mattinata aveva ricevuto da Fernando. Poi anche se tutti hanno aspettato condizioni di pista migliori nessuno è riuscito neanche ad avvicinare il tempo di Button. Felipe Massa con la Ferrari si è classificato al terzo posto con 856 millesimi di distacco e Fernando Alonso quarto con l’altra Ferrari a 915.
Poi tutti gli altri, penalizzati dalle condizioni del tempo come stamane lo erano stati a causa dell’incidente nel tunnel a Kovalainen. Pastor Maldonado quinto con la Williams ha sommato un ritardo di 1″074, Nico Rosberg con la Mercedes sesto a 1″275, Mark Webber con la Red Bull settimo a 1″402, Michael Schumacher nono con la Mercedes a 1″547, Sebastian Vettel decimo con la Red Bull a 1”557, Lewis Hamilton undicesimo con la McLaren a 1″629. Il più penalizzato è stato ancora Kimi Raikkonen che stamane aveva saltato le prove per problemi alla sua Lotus nel corso del giro di installazione ed oggi pomeriggio fermato dalla pioggia al 19mo posto con 1’19″267, a 3″521 da Button.
Domani, quindi, riposo. Il tracciato cittadino di Monte-Carlo tornerà ad essere una pista d F.1 sabato per le libere 3 e le qualifiche e domenica per la gara. La prima giornata non è servita a niente per nessuno. (ore 16:00)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.