Monte-Carlo – La pioggia arriverà. State tranquilli. Parola di meteorologo. La pioggia si scatenerà tra meno di un’ora. Intanto stamane s’è scatenata la bagarre nella quale, buon segnale, si è trovata anche la Ferrari. Entrambi le Ferrari, e questa è una novità assoluto soprattutto per il fatto che Felipe Massa ha fatto il secondo miglior tempo mentre Fernando Alonso il quarto a 13 millesimi dal brasiliano. In mezzo alle due Rosse la Red Bull di Vettel, terza a 50 millesimi dalla vetta.
Sulla quale ha svettato la Mercedes di Nico Rosberg che ha fatto 1’15″159. Tra il primo e il quarto solo 51 millesimi! Ma la Stella Supernova è esplosa solo con Nico Rosberg, col “vecchio” Michael Schumacher si è spenta all’ottavo posto. Tra le due Mercedes 7 decimi. Non male, Nico!
Anche Romain Grosjean è stato protagonista stamane con una serie di miglioramenti progressivi fino al conclusivo 1’15″445 per il quinto posto a 286 millesimi da Rosberg. Jenson Button che ha lamentato un problema ai freni con bloccaggio posteriore nella fase finale della frenata (ma non è stato il solo ad avere difficoltà in frenata) ha portato la McLaren al sesto posto a 312 millesimi da Rosberg mentre il suo compagno di squadra, aspirante al successo, Lewis Hamilton ha almeno stamane “vinto” il settimo posto a più di mezzo secondo dalla vetta.
Scritto in anticipo di Schumi, arriviamo al nono della top ten di stamane che è Sergio Perez il quale sul finale di sessione ha avuto un incidente ma prima aveva trovato il modo di fare 1’16″219 a quasi 1 secondo dalla Mercedes numero 8.
Il decimo è Mark Webber, fuori dall’1’15” e quindi oltre 1 secondo tra la sua Red Bull e la Mercedes di Rosberg.
Dei cosiddetti big fuori dalla top ten è rimasto Kimi Raikkonen, 12mo con la Lotus: ha fatto peggio di Jean-Eric Vergne che lo ha preceduto con la Toro Rosso Ferrari.
Incidenti di rilievo solo nel finale. Alle 11.54 Di Resta è stato il primo uomo a… perdere la macchina in frenata alla Nouvelle Chicane: la Force India dell’inglese è scattata su un dosso ed è finita contro la barriera riportando danni minimi al “naso”. Due minuti dopo “incidente” molto più compromettente per Maldonado perché perderà 10 posizioni in griglia. Ha ostacolato Perez e il direttore di gara è stato impietoso nell’entità della pena. (ore 12:30)

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.