Silverstone – Pista bagnata, umida e di nuovo bagnata. Ma le libere 3 sono finite. Che piova ora e risparmi le qualifiche. Alla finestra… umida si sono affacciati in parecchi: una ressa di 8 pretendenti al panorama. Sgomita tu che sgomito anch’io, la scena se l’è presa Fernando Alonso che ha girato sui chilometri 5,891 del tracciato inglese in 1’32″167. In quell’1’32” si sono infilati altri sette. I più intraprendenti Jenson Button arrivato con la McLaren a 153 millesimi da Fernando, secondo posto, e Romain Grosjean con la Lotus a 191, terzo posto. Dal quarto all’ottavo posto nell’ordine Sebastian Vettel con la Red Bull, Kimi Raikkonen con la Lotus, Lewis Hamilton con la McLaren, Pastor Maldonado con la Williams e Sergio Perez con la Sauber. Tra loro un distacco massimo di 5 decimi; tra il primo e l’ottavo di 7 decimi.
La top ten è stata completata da Kamui Kobayashi con la Sauber e Nico Hulkenberg con la Force India entrambi nel tempo di 1’33”
Fuori da questa mischia Mark Webber con la seconda Red Bull, 13mo, i due Mercedes Michael Schumacher, 14mo, e Nico Rosberg 18mo, Felipe Massa 16mo a 1″507 da Alonso.
Tante le escursioni fuori pista senza conseguenze pe monoposto e piloti. Quella di Pic, le 10:22 ora locale,  ha costretto il direttore di gara a mettere la bandiera rossa ed a rititarla 8 minuti dopo. Sono state esposte le bandiere gialle anche in altre due occasioni escursionistiche.
La pioggia, come accennato, arrivata a conclusione delle libere 3 dovremmo ritrovarla nel pomeriggio per le qualifiche (quì saranno le ore 13:00, in Italia le 14:00).

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.