GP GERMANIA. Ed ora Fernando balla coi lupi

GP GERMANIA. Ed ora Fernando balla coi lupi

Hockenheim – E’ l’unico pilota che in nove gare è sempre andato a punti. Fernando Alonso anche dopo la vittoria mancata in Gran Bretagna a causa delle gomme morbide che nel finale hanno penalizzato la sua Ferrari, rimane il più credibile concorrente nella corsa al titolo iridato piloti 2012. Rimangono ancora 11 gare e per Fernando sarà uno sprint lunghissimo da domenica prossima al 25 novembre, ultimo gran premio in Brasile, in un campionato che sin quì non ha indicato una supremazia netta né da parte di una scuderia né da parte dei piloti.
Domenica si corre ad Hockenheim per l’alternanza col Nürburgring. dove il Gran Premio di Germania si è disputato l’anno scorso. Alonso deve continuare a fare punti, più punti possibili, punti da podio possibilmente. Nella circostanza avrà due tembili avversari motivati dal fatto che corrono in casa e puntano entrambi alla vittoria. Uno è Sebastian Vettel non mai conquistato il gradino più alto del podio in Germania. Il miglior piazzamento del due volte campione del mondo è arrivato nel 2009, quando al Nürburgring chiuse secondp alle spalle delcompagno di squadra Mark Webber.
Terzo nella classifica piloti con 100 punti dietro a Webber 116 e Alonso leader a 129, Sebastian Vettel non fa mistero della sue intenzioni: <<Non vedo l’ora di correre il gran premio di Germania. Speriamo che ci siano molti tifosi a sostenere i piloti tedeschi quanti ce ne sono stati a Silverstone lo scorso fine settimana. Hockenheim è solo a mezz’ora di distanza da casa mia, quindi ho un sacco di amici e parenti lì ed è sempre un pubblico speciale davanti a cui correre. Ho guidato su questo circuito in diversi campionati ed è sempre stato grande effetto. I campeggi vicino al circuito sono divertenti ed è speciale per incontrare i fan. Non ho mai vinto il gran premio di Germania e, naturalmente, mi piacerebbe vincerlo>>.
Ma sulla stessa lunghezza d’onda c’è sintonizzato uno che di titoli mondiali ne ha vinti sette. Michael Schumacher è rivitalizzato dopo gli ultimi piazzamenti, forse un po’ meno la Mercedes che continua a manifestare i problemi di sempre con le gomme. Dice Michael Schumacher: << La gente spesso mi chiede se c’è un vantaggio a correre in casa in uno sport come il nostro. La mia risposta è forse non un vantaggio a correre in casa ma certamente un sentimento forte.  . Come tedesco, naturalmente si ha un diverso senso di eccitazione quando si arriva al Gran Premio di Germania, sapendo che tutti gli spettatori sulle tribune ti stanno sostenendo. Ciò rende orgogliosi e aumenta sempre le motivazioni>>.
Michael ha vinto quattro gare ad Hockenheim ma in due gare di casa ufficiali da quando è tornato all’attività nel 2010 non è mai riuscito ad andare oltre l’ottavo posto.Continua Schumi: <<Quest’anno è stata la prima volta che il nostro team è stato capace di correre davanti ed è per questo motivo che speriamo di avere un gran sostegno da parte dei tifosi premiandoli con le nostre prestazioni. Speriamo di vedere un sacco di colleghi Mercedes sulle tribune e vogliamo fare particolarmente bene per loro. Ci siamo posti l’obiettivo evidente di dare a tutti un motivo per festeggiare nel prossimo fine settimana>>.
La Lotus ha ormai raggiunto standard apprezzabili di rendimento. I suoi piloti devono finalizzare meglio le potenzialità della monoposto. Molto di più ci si attende da Kimi Raikkonen, quinto nella classifica iridata a quota 83 punti, e da Romain Grosjean, settimo con 61 punti, ottimo in qualifica molto meno in gara. Nella prossima gara, peraltro, il pilota francese dovrà scalare di cinque posizioni sulla griglia di partenza in quanto alla sua Lotus bisognerà sostituire il cambio. Il francese ha subìto il guaio tecnico nell’ultimo giro della gara di domenica scorsa a Silverstone ma è riuscito a passare la linea del traguardo dietro al compagno di squadra per ottenere il sesto posto.
Dopo la disfatta senza attenuanti nella gara di casa la McLaren è corsa immediatamente ai ripari per arrivare al prossimo appuntamento nelle condizioni di potere competere con le migliori del campionato. Lewis Hamilton e Jenson Button sono molto in ritardo nella classifica piloti, rispettivamente quarto con 92 punti e  ottavo con 50. Una risalita da titolo iridato allo stato attuale è impensabile e per altro non dipenderebbe solo dai risultati che i due potrebbero fare ma sopratuto da  quello che faranno gli altri che stanno davanti.
Il weeend si svolgerà con queste cadenze: venerdì 20 luglio 10:00-11:30 prove libere 1,    14:00-15:30 prove libere 2; sabato 21 1:00-12:00 prove libere 3, 14:00-15:00 qualifiche; domenica 22 14:00 gara.

NO COMMENTS

Leave a Reply