Hockenheim – Mattinata autunnale: temperatura 12 gradi nell’aria, 19 sull’asfalto. Pioggia anche intensa ma anche schiarite. L’acqua sul tracciato ha costretto molti piloti ad improvvisare escursioni non prommate fuori pista cercando di evitare danneggiamenti.
In due delle finestre asciutte si sono infilate con rabbia prima la McLaren di Jenson Button che è riuscito a fare 1’16″596, nel finale quella di Lewis Hamilton che ha fatto il secondo miglior tempo delle libere 1 ma con 1’17″093 è ben 498 millesimi più lento. 
Terzo tempo per Fernando Alonso, 1’17″370, +775 millesimi la Ferrari da Button. Quarto per Michael Schumacher con la Mercedes a 787 millesimi e quinto per Sergio Perez con la Sauber a 818 millesimi dalla vetta.
Gli altri big hanno accusato maggiori ritardi, con l’alibi d’avere girato con la pioggia e di avere rinunciato a scendere in pista quando questa nel finale si è asciugata. Alle 11:18, infatti, ha smesso di piovere, la pista si è asciugata rapidamente e le vetture sono tornati in pista con le slick per fare il tempo. Sicché Nico Rosberg con la sua Mercedes ha chiuso al settimo posto (+1″302), Felipe Massa con la Ferrari ottavo (+1″402) ha provato anche la gomma sperimentale rigida progettata per avere una grande finestra operativa rispetto all’attuale con uguale mescola (Pirelli però comunica che è in vista 2013 piuttosto che per quest’anno), Pastor Maldonado, nono con la Williams (+1″452) e Romain Grosjean, decimo con la Lotus (+1″535).
Decisamente sottotono le due Red Bull. Sebastian Vettel 12mo a 1″744 da Button, e Mark Webber 20mo a 3″527. Kimi Raikkonen ha avuto problemi alla sua Lotus ed ha girato poco. Solo 14 giri il più veloce in 1’18″831 gli ha garantito il 15mo posto a 2″236 da Button.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.