Budapest – 34 punti su Mark Webber, 44 su Sebastian Vettel. Non c’è tempo di fare calcoli. Prima della lunga pausa estiva il Circus impegnerà i team con il Gran Prtemio d’Ungheria a seguire quello di Germania corso domenica scorsa e conclusosi con la seconda vittoria di seguito in stagione di Fernando Alonso. Non c’è tempo di fare calcola ma ragionare sì. L’affanno per un inseguimento che devono subito tentare ce l’hanno ora quelli della Red Bull. Già preda del nervosismo. Almeno Vettel che domenica ha fatto un sorpasso che sapeva di non potere fare. Verò è che andava più veloce della McLaren di Button ma è anche vero che ha messo le quattro ruote fuori dal tracciato. Poteva aspettare c’era ancora possibilità di fare il sorpasso. Non sarebbe stato penalizzato e non avrebbe perso punti preziosi.
Il fatto è che ora, gomme non gomme, è la Ferrari la monoposto da battere. Almeno quella di Alonso perché Felipe Massa, dopo un colpo di coda, è ritornato nel tunnel della mediocrità preoccupato per un rinnovo che potrebbe non esserci.
La Red Bull potrebbe sull’Hungaroring ritornare davanti. E’ un tracciato che le si si addice. Ma quest’anno abbiamo imparato che non c’è nulla di scontato.
Ne sa qualcosa la McLaren che non riesce più a risalire la china e i due piloti sono ormai tagliati fuori dalla corsa all’iride. Lewis Hamilton e Jenson Button possono disturbare il cammino di Alonso e dei due Red Bull ma pensare di rimettere in discussione le loro possibilità non ‘è spazio né tempo.
Così come la Mercedes sempre lenta e pericolosa solo a tratti. Michael Schumacher e Nico Rosberg devono in ogni gara fare gli straordinari per raggiungere qualche obiettivo approfittando anche delle disgrazie altrui.
La Lotus raccoglie meno di quanto semina. Comunque Kimi Raikkonen è il leader della squadra. Iceman rientrato nel Circus dopo due anni sabatici ha ampiamente dimostrato di essere il solito, tenace lottatore capace di qualsiasi impresa. Gli manca solo la vittoria. Potrebbe puntare a quella proprio a Budapest.
Il programma del week end magiaro si svolgerà con le cadenze abituali: venerdì 27 luglio, 10:00-11:30 prove libere 1 e 14:00-15:30 prove libere 2; sabato 28, 11:00-12:00 prove libere 3 e 14:00-15:00 qualifiche; domenica 29, 14:00 gara.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.