Budapest – Polvere tanta, è di casa da queste parti; pioggia annunciata ma non pervenuta, il radar mostra che avverrà nel pomeriggio. Libere 1 sotto il sole e con  la mescola media. La McLaren deve recuperare ed allora prova a mettere paura. Hamilton e Button, 54 giri in due, sono stati gli unici a fare 1’22” sui chilometri 4,381 dell’Hungaroring. Più veloce Lewis con 1’22″821, Jenson secondo a 101 millesimi. Ma la Ferrari ha vigilato minacciosa. E quando si dice Ferrari si dice Fernando Alonso. Lo spagnolo ha chiuso al terzo posto con 1’23″397 a 5 decimi da Hamilton e a 4 da Button. Felipe Massa, 1’23” alto, ha chiuso la sessione al settimo posto con un distacco di 1″083. Il brasiliano è stato preceduto dalla Mercedes di Nico Rosberg, quarto a 8 decimi, dalla Lotus di Romain Grosjean (Kimi Raikkonen con l’altra Lotus ottavo a 1″622), quinto a 8 decimo, e dalla Mercedes Michael Schumacher, sesto a 1″024 di distacco.
La Red Bull non s’è vista. Non è che i due piloti non abbiano girato. Anzi. Hanno fatto 24 giri ciascuno, nella media degli altri piloti. Non si sono visti in quanto a prestazioni. Sarebbe un azzardo pensare a pretattica considerato come stanno andando quest’anno le cose per il costruttore campione del mondo. Mark Webber ha concluso al 13mo posto con un distacco di 1″725 e Sebastian Vettel 15mo con +1″787. 
 

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.