Suzuk – Comincia bene la McLaren, si difende con la Red Bull, si mostra la Mercedes, male la Ferrari e la Lotus. Le prove libere 1 del Gran Premio del Giappone aprono il week end con lo svolgimento del tema della vigilia. Le monoposto di Woking sono le più accreditate alla vittoria.
Il giro più veloce a conclusione di 20 tornate, lo ha fatto registrare Jenson Button: 1’34″507. Lewis Hamilton di giri ne ha fatti 26 ma il suo migliore tempo è a 233 millesimi da quello del compagno di squadra.
La Red Bull può trarre buoni auspici dal piazzamento di Maro Webber che ha concluso al terzo posto, dopo avere fatto 24 giri, a 349 millesimi da Button ma si arrovella sulle difficoltà incontrate da Sebastian Vettel che dopo 23 giri si è trovato intruppato nel plotone di coda col 17mo tempo ed a 1″859 dalla vetta.
Sorride la Mercedes che ha piazzato entrambi i piloti nei primi cinque posti e nonostante Nico Rosberg nel finale di sessione abbia avuto dei problemi che lo hanno fermato alla chicane del primo settore. Proprio il più giovane dei piloti tedeschi della Stella è stato il migliore dei due, quarto a più di mezzo secondo da Button, mentre Michael Schumacher (ha annunciato il ritiro a fine stagione) si è classificato quinti con più di 6 decimi di distacco.
Non ha motivo di essere ottimista la Ferrari. Felipe Massa, 24 giri fatti, ha chiuso al settimo posto, preceduto dalla Sauber Ferrari di Kamui Kobayashi, a più di 7 decimi da Button mentre Fernando Alonso dopo 26 giri è finito fuori dalla top ten, 11mo con un crono di 1’35″484, +977 millesimi dalla McLaren di testa.
Anche la Lotus ha avuto problemi di vario genere e i due piloti hanno chiuso a metà classifica. Kimi Raikkonen, 22 giri fatti, 13mo col distacco di 1″184 e Romain Grosjean 14mo con +1″217 dopo  21 giri di lavoro intenso.
La top ten è stata completata dalle due Force India Mercedes di Paul di Resta e Nico Hulkenberg, rispettivamente 0ttavo e nono, e dalla Williams Renault di Pastor Maldonado, decimo.

NO COMMENTS

Leave a Reply