Yeong-Am – In linea d’aria tra Suzuka e Yeong-Am ci sono 959 chilometri. Poco più di un’ora di aereo. La Corea del Sud è separata dall’arcipelogo del del Sol Levante dal mar del Giappone. Traghetti delle due nazionalità fanno la spola giornaliera da Busan e Ulsan con Nagasaki e Fukuoka.
Per Fernando Alonso e la Ferrari la Corea del Sud, prossima fermata del campionato di F.1 2012, rappresenta un terminale di vitale importanza. Il tatticismo difensivo praticato fin oggi dallo spagnolo, in mancanza di una monoposto adeguata alle necessità, dopo Suzuka non può più essere la scelta strategica da attuare già nel Gran Premio di Corea quintultima prova della stagione, prima del campionato in cinque gare che si pone come alternativa a Fernando Alonso e Sebastian Vettel. Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton, come anche Jenson Button, possiamo considerarli piloti di contorno in uno scacchiere bellico in cui le forze belligeranti preponderanti sono solo due, appunto la Ferrari e la Red Bull. In altre circostanze Fernando si sarebbe potuto accontentare di fare la gara su Sebastian per tentare di non fare ridurre eccessivamente la distanza di sicurezza. Quella distanza non c’è è lo spagnolo ha una solo alternativa che ieri era solo una preoccupazione oggi una preoccupante necessità: vincere. Ma fra il dire e il fare c’è di mezzo una Ferrari insufficiente che lo stesso pilota ha denunciato tale da sei gare e che Maranello non è in grado di modificare in alcun modo. A fronte di questo dichiarato handicap ci sono i progressi fatti registrare a Singapore e confermati in Giappone dalla Red Bull tornata invincibile monoposto proprio nel momento in cui la Ferrari ha dichiarato il suo stato di inferiorità.
Cosa ci dobbiamo aspettare dalla gara di domenica? Solo che Fernando limiti i danni e che se sorpasso ci sarà che sia soft non traumatico, che lasci uno spiraglio alla speranza di un recupero che non si sa come e perché e che comunque trascini, speriamo non penosamente, la vicenda iridata fino all’ultima gara con dignità.
Il week end di Yeong-Am si svolgerà con i seguenti orari italiani: venerdì 12 ottobre 03:00-04:30 prove libere 1 e 07:00-08:30 libere 2; sabato 13, 04:00-05:00 prove libere 3 e 07:00-08:00 qualifiche; domenica 14, 08:00 gara.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.