Yeong-am – Tre squilli di tromba e sul più alto pennone del circuito sudcoreano viene alzata la Union Jack per merito di Lewis Hamilton che ha chiuso le libere 1 al comando col tempo di 1’39″148. La Ferrari tra discreti auspici ma non si monta la testa: siamo appena all’inizio. Fernando Alonso ha chiuso a secondo posto a 302 millesimi da Lewis e Felipe Massa al quarto ma con oltre mezzo secondo (per la precisione 706 millesimi). Tra i due ferraristi Mark Webber con la red Bull, terzo a 427 millesimi dalla McLaren. Il vincitore di Suzuka si è classificato al quinto posto con quasi 1 secondo di ritardo (+940 millesimi).
Sesta e settima le Mercedes e Michael Schumacher ha preceduto il compagno di squadra Nico Rosberg: rispettivamente a 1″073 e 1″240 dalla vetta. Dei due Lotus il migliore è stato Romain Grosjean il quale si è classificato all’ottavo posto con 1″274 di distacco mentre Kimi Raikkonen ha concluso all’11mo con +1″781.
La Force India anche in questa prima occasione del week end sudcoreano è riuscita a piazzara tra le prime dieci una delle sue monoposto. Paul di Resta è stato ottimo nono a 1″292 da Hamilton il cui compagno di squadra Jenson Button non ha trovato niente di meglio del 10mo posto con 1″332 di distacco.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.