Greater Noida – Migliorano (quasi) tutti le prestazioni di stamane. Anche Fernando Alonso che continua, comunque, a prendere atto che al momento oltre il terzo posto non riesce ad andare. Posizione insufficiente al traguardo se dovesse vincere Sebastian Vettel il quale da parte sua non concede spazio e continua a dimostrare che lui vuole stravincere come l’anno scorso. E a questo punto il capitolo iridato potrebbe anche essere chiuso.
Quindi ancora prima la red Bull di Vettel oggi pomeriggio con 1’26″221 che migliora di 1″398 il crono delle libere 2. Si fa avanti con l’altra Red Bull passato dal quinto posto di stamane al secondo del pomeriggio a 118 millesimi dal compagno di squadra. L’unico avversario valido al momento. Rimane inchiodata al terzo posto la Ferrari di Fernando Alonso passata da 1’28″044 di stamane a 1’26″820 del pomeriggio. Erano più di 4 decimi prima, sono diventati più di 5 decimi dopo.
Quartto posto per Nico Rosberg con la Mercedes a 8 decimi dalla vetta e quinto Kimi Raikkonen con la Lotus anch’egli con 8 decimi di distacco.
Sesta e settima la McLaren. Lewis Hamilton ha preceduto Jenson Button, entrambi con 9 decimi di distacco. Ottavo è Nico Hulkenberg con la Force India Mercedes con 1″012 di distacco e nono Romain Grosjean (protagoniste di tre escursioni fuori pista due volte alla curva 10 una lla curva 11) il quale con la sua Lotus s’è preso 1″176 di distacco da Vettel. La top ton è chiusa da Bruno Senna con la Williams Renault a 1″517.
Felipe Massa? Anch’egli fuori alla curva 11 ma con un danno che lo ha trattenuto a lungo al box per rimediare. Ha chiuso la sessione al 15mo posto col distacco di 2″075. Campanello d’allarme chiaro e forte.
A margine dell’evento sportivo si inserisce una polemica non voluta dalla Ferrari. La bandiera della Marina Militare sulla livrea delle Rosse di Alonso e Massa è diventata un “caso”. Il ministro degli Esteri indiano ha dichiarato che <<utilizzare eventi sportivi per promuovere cause che non sono di natura sportiva significa non essere coerenti con lo spirito sportivo>> e il patron della F,1 Bernie Ecclestone ha sostenuto che <<lo sport non ha nulla a che fare con questioni politiche. La competenza per questa questione è delle federazioni nazionali>>.
Da Maranello ha risposto il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo: <<Con la bandiera della Marina italiana sulle Ferrari al GP d’India vogliamo dare solo un piccolo contributo, con grande rispetto delle autorità indiane, perchè si trovi una soluzione attraverso il dialogo>>.

NO COMMENTS

Leave a Reply