San Paolo – Lo strabismo dilaga. Libere 3 con un occhio al rad meteo e l’altro agli eventi della pista. La “pioggia insistente” annunciata già per stamane ad Interlagos non s’è vista. Qualche nuvola, qualche scroscio leggero in una zona al nord del circuito sul quale il sole ha avuto la meglio sulle poche nuvole ed ha portato la temperatura dell’aria a 33 gradi e quella dell’asfalto a 40. La pioggia è attesa per le qualifiche. Vedremo.
La Mclaren ha continuato ad imperversare. Ma non c’è stato il tris di Hamilton che ha concluso al quarto. In vetta alla classifica dei tempi dopo l’ora a disposizione si è installato Jenson Button con 1’13″188 il quale al compagno di squadra dominatore dei primi due turni a dato 201 millesimi di distacco.
Il tris lo ha fatto quindi la McLaren ma per quanto riguarda il secondo posto il tris lo ha calato Sebastian Vettel arrivato con la sua Red Bull a 57 millesimi da Button mentre il compagno di squadra del tedesco ha concluso per la terza volta al… terzo posto a 197 millesimi.
In questa ultima sessione di prove libere chi esce male è la Ferrari che ha peggiorata classifica e distacchi. Il migliore è stato Fernando  Alonso finito all’ottavo posto con oltre mezzo secondo di distacco; Felipe Massa ha chiuso la top ten con 24 millesimi oltre il mezzo secondo. Meglio dei due ferraristi hanno fatto Romain grosjean, quinto con la Lotus a 232 millesimi; Paul di Resta e Nico Hulkenberg con le Force India, rispettivamente sesto a 298 e settimo a 414 millesimi; Pastor Maldonado nono con la Williams a 512 millesimi.
Kimi Raikkonen dopo tre giri si è dovuto fermare col motore della Lotus in fiamme. Lo sostituirà con uno già usato quindi non subirà retrocessioni in griglia. la Mercedes ha avuto Nico Rosberg 12mo a 938 millesimi e Michael Schumacher 15mo a 1″159.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.