Melbourne – In una mattinata fredda per la stagione e la pista ancora umida per il temporale di ieri la verità della Red Bull ha raggelato il paddock. Nel completamento delle qualifiche con Q2 e Q3 rinviate ieri a causa del nubifragio, applicando una sorta di "lex romana" la scuderia campione del mondo in carica ha preso possesso della prima fila della prima griglia della stagione. Con una differenza raggelante di quasi mezzo secondo Sebastian Vettel con la "sua" Hungry Heidi s'è impossessato della pole position davanti al compagno di squadra che ha tentato il colpo di mano davanti al pubblico amico. 1'27"407 il tedesco, 1'27"827 l'australiano. Solo loro due in questo range.
La sorpresa della mattina è stata la Mercedes. Soprattutto con Leewis Hamilton il quale ha infilato uno dei giri nei quali esalta il suo stile di guida e con un prepotente 1'28"087 è andato a prendersi il terzo posto nella seconda fila togliendo alla Ferrari lo sfizio dimostrativo di occuparla in toto. Felipe Massa, che ha fatto meglio di Fernando Alonso per il nulla di 3 millesimi, è quindi compagno di allineamento del tedesco mentre lo spagnolo sfidante ufficiale di Vettel occupa la terza fila insieme col compagno di squadra di Hamilton, Nico Rosberg. 1'28"490 Massa, 1'28"493 Alonso, 1'28"523 Rosberg.
La quarta fila è tutta Lotus. Kimi Raikkonen con 1'28"738, ultimo pilota in questo range, ha fatto meglio del compagno di squadra Romain Grosjean 1'29"013. ultima fila della top ten con una non sorpresa e la dimostrazione di una inferiorità. La Force India con Adrian Sutil ha fatto il nono tempo in 1'29"305, la McLaren con Jenson Button ha acchiappato perm i capelli la 10ma posizione con 1'30"357. L'inferiorità attuale della scuderia di Woking è stata rimarcata dal 15mo posto di Sergio Pérez bocciato in Q2.
Passata la tempesta è tornata la Red Bull a far festa (Giovanni Pascoli non si agiti nella tomba). Ed ora la gara. Con le stesse condizioni di stamane o se come si prevede migliori le "galline" tornate in su la via (sempre chiedendo scusa a Pascoli) sono pronte a farsi spennare. Oppure no? 
RINO CORTESE