Barcellona – Buongiorno Ferrari. Il dado è tratto. Fernando Alonso primo 1'25"252, Felipe Massa secondo 1'25"455 (+203 millesimi). Il podio delle libere 1 è stata completata da un'altra Ferrari. Anzi da una Ferrarina, la Toro Rosso di Jean-Eric Vergnè, terzo in 1'25"667, +415 millesimi. Solo loro tre in 1'25". Ma attenti: non trarre conclusioni affrettate perché questa è stata una sessione dalla quale non si possono prendere riscontri definitivi. Al contrario.
Pioggia. 18 gradi sull'asfalto che sono diventati 20 nel finale di sessione con l'asfalto più asciutto che ha permesso anche l'utilizzo delle morbide. Quasi un'ora in attesa che la pista si asciugasse e nell'ultima mezzora lavori differenti anche perché come usa dirsi in queste occasioni si sapeva che sarebbe stata una mattinata persa. Quindi nessuno si sorprenda se nella classifica dei primi dieci a mala pena sono entrate le due Lotus e le due Mercedes mentre le due Red Bull si sono fatte risucchiare nei bassifondi e la McLaren s'è arrangiata come ha potuto.
Scorriamola questa prima classifica da Vergne in poi. Quarto Romain Grosjean con la Lotus, distacco 790 millesimi, e quinto Adrian Sutil con la Force India, a 960 millesimi.  Lewis Hamilton con la Mercedes è sesto a 1"122, Valtteri Bottas con la Williams settimo a 1"204. Kimi Raikkonen con la sua Lotus si è piazzato all'ottavo posto, distacco 1"362, ed ha preceduto Nico Rosberg, nono con la Mercedes a 1"369, e Paul di Resta, decimo a 1"503.
Red Bull in fondo: Sebastian Vettel 19mo, distaccco da Alonso 4"205; Mark Webber 20mo a 4"221. Ritenete che possa essere obiettivamente possibile? Appallattolare l'appunto e gettare nel cestino della carta straccia.
McLaren: Sergio Perez 13mo a 1"883; Jenson Button a riposo forzato. Motivo. I "lavori in corso" che più in corso non potrebbero essere. Se ne parlerà nel pomeriggio quando, dicono i radar meteo, le condizioni dovrebbero essere migliori e la temperatura dovrebbe aggirarsi sui 25 gradi.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.