Barcellona – La sfida è lanciata. Red Bull e Ferrari hanno nel mirino la pole position di domani. La Red Bull ha due opzioni, la Ferrari una. Sebastian Vettel ha fatto il giro veloce in 1'22"808. La risposta di Fernando Alonso, secondo, è stata 1'22"825, +17 millesimi. La replica di Mark Webber 1'22"891, +83 millesimi. Basta un cordolo più tagliato per eliminare il gap o allungarlo. Ma se questa è la premessa domani pomeriggio ci sarà un assalto all'arma bianca. Dal quale non si possono escludere altri "corsari" del sabato.
Come ad esempio Kimi Raikkonen e la Lotus che oggi pomeriggio senza strafare hanno conquistato la quarta posizione con 222 millesimi di distacco o Felipe Massa con l'altra Ferrari che ha concluso al quinto posto a 302 millesimi da Vettel. Sono distanze colmabili.
Ma attenti alle due Mercedes anche se hanno chiuso fuori dalla top five. Lewis Hamilton sesto con 332 millesimi di distacco e Nico Rosberg settimo con poco più di mezzo secondo. Sul giro secco le due monoposto possono dare sorprese come è già accaduto.
La top ten è stata completata dalle due Force India (Adrian Sutil ottavo e Paul di Resta decimo, col problerma della gomma posteriore sinistra dechapata) e dalla Toro Rosso di Jean-Eric Vergne (nona). Presenze che potranno creare problemi alle aspirazioni della McLaren che oggi pomeriggio a conclusione delle libere 3 ha ritrovato Jenson Button al 12mo posto e Sergio Pérez al 13mo e alla Lotus di Romain Grosjean che non è mai stata all'altezza delle prestazioni di Raikkonen (18mo).
Non sembra possa esprimere niente di buono la monoposto che ha dominato l'anno scorso qualifiche e gara. La Williams è nelle retrovie: Valtteri Bottas 14mo e Pastor Maldonado (Il dominatore 2012) 16mo.
Sul passo gara per i tempi che si sono registrati le migliori possibilità sembrano averle le Ferrari e la Lotus di Raikkonen con le Red Bull leggermente inferiori. Ma senza il riscontro dei carichi di benzina tutto è valido e tutto non lo è. Comunque si annunciano tre soste. Due potrebbe essere un azzardo o una sorpresa.

NO COMMENTS

Leave a Reply