Gp Canada. Fernando Alonso, il candidato

Gp Canada. Fernando Alonso, il candidato

0 1

Montreal – Due piccioni con una fava. Fernando Alonso con le gomme da qualifica ha fattom il giro veloce in 1'14"818. Fernando Alonso con le gomme da gara, dure e morbide, ha martellato tempi eguagliati solo dalla Red Bull di Sebastian Vettel. La Ferrari delle libere 2 è la Ferrari degli… spiriti. C'è tutto quel che volete per sognare.
Fernando Alonso ha in mano il Settebello. Da utilizzare nella… settima gara della stagione di Formula Uno, il Gran Premio del Canada che si corre domenica a Montreal, sul tracciato cittadino dell’isola artificiale di Notre Dame nel bel mezzo del fiume San Lorenzo. Il pilota spagnolo ha oggi pomeriggio conseguito due obiettivi: la pole provvisoria e il miglior passo gara, alla pari però, con Sebastian Vettel. Per la pole provvisoria alla Ferrari è bastato 1’14”818, 12 millesimi per tenere dietro la Mercedes dei miracoli della vigilia per l’occasione con al volante Lewis Hamilton in cerca di riscatto sull’ambizioso compagno di squadra Rosberg. Per il passo gara la Rossa con lo spagnolo ha martellato a suon di 1’18” basso, ritmo tenuto anche dalla Red Bull di Vettel. I compagni dei due numero 1 sono stati all’altezza della situazione e se ieri nelle libere 3 invece della simulazione si fosse trattatato di  gara autentica il duello incrociato sarebbe stato appassionante.
Venerdì, è tempo di sognare. La Ferrari lo fa. Lo può fare con cognizione di causa anche se domani in qualifica e domenica in gara, quando nessuno degli esperti meteo si sente di prevedere circuito asciutto, tutto potrebbe cambiare.
Nel venerdì dei sogni Alonso è in pole position e accanto a lui c’è Hamilton, in seconda fila la Lotus di Grosjean e la Red Bull di Webber, in terza la Mercedes di Rosberg e la Ferrari di Massa, in quarta la Red Bull di Vettel e la Force India di Sutil, in quinta la McLaren di Button e la Toro Rosso di Ricciardo.
Nella top ten non è entrato Kimi Raikkonen il quale non ha cercato il crono per la pole, piuttosto il passo per la gara ma ha dovuto abbandonare prima della scadenza per un’avaria all’impianto frenante. Potrà rifarsi nelle libere 3 di domani mattina e tentare poi l’assalto nelle qualifiche del pomeriggio.
Mentre le polemiche del test illegale Pirelli con Mercedes non si placano e per il 20 giugno si attende la sentenza della Fia, che potrebbere essere pesante per la Stella, l’elemento chiave del week end rimane il tempo, le condizioni meteo che cambiano all’improvviso e sfuggono ad ogni previsione. Ieri il radar aveva annunciato niente pioggia ma negli ultimi 10 minuti delle libere è caduta, sottile e insistente.

NO COMMENTS

Leave a Reply