Montreal – Mezzora d'attesa per riparare un guard-rail nel rettilieno opposto a quello di partenza danneggiato da una 458 durante la gara del Ferrari Challenge (le libere 3 hanno avuto inizio alle 10:30), nel concitato finale ridotto a 6 minuti dalla conclusione per decidere qualche gomme montare, super soft o intermedie, l'ha spuntata Mark Webber che meglio degli altri ha interpretato la pista umida con tratti di asciutto mengtre in altri veniva giù una pioggerellina fitta. Se il meteo non sarà smentito saranno queste le condizioni per le qualifiche.
Mark Webber (7 giri in totale), ultimo a giungere sul traguardo, ha fatto 1'17"895 ed ha scippato il primo posto alla Force India di Adrian Sutil (8 giri) per 358 millesimi il quale a sua volta l'aveva tolta alla Mercedes di Lewis Hamilton (7 giri) terzo con 837 millesimi di distacco.
Anche Fernando Alonso (10 giri) aveva avuto il tempo di sedersi nella poltrona n.1 per concludere però al quarto posto con 1"082 dai distacco precedendo, Nico Rosberg sesto con la Mercedes (+1"562), Paul di resta settimo con la Force India (+1"601), Felipe Massa ottavo con la Ferrari (+1"855), Jenson Button nono con la McLaren (+1"895) e Kimi Raikkonen decimo con la Lotus (+2"421). 

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.