GP Gran Bretagna. Brilla la Stella di Rosberg

GP Gran Bretagna. Brilla la Stella di Rosberg

0 5

Silverstone – La Mercedes ci riprova. Con Nico Rosberg che ha infilato un giro veloce da 1'32"248. La Red Bull si è accontenta del secondo posto di Mark Webber a 298 millesimi e del terzo di Sebastian Vettel terzo a 432. Un bel accontentarsi se è vero, comè vero, che nella simulazione gara il tre volte campione del mondo è stato devastante sia con le gomme morbide sia con le dure. Un bel accontentarsi guardando anche alle difficoltà della Ferrari. Fernando Alonso decimo a 1"246 dalla Mercedes e mai competitivo nella simulazione gara. Felipe Massa al quarto incidente in tre gare: ha perso il controllo della monoposto alla curva Stowe ed ha distrutto l'avantreno nel patatrac con le barriere di protezione. Ha saltato il turno delle libere 2 dopo che la mattinata, per tutti, era stata dedicata all'ozio nei box al riparo della pioggia battente.
Se i riscontri di oggi pomeriggio non hanno valore relativo ma possono essere come parametri per gli sviluppi del week end si apre uno scenario in cui i big dovranno sudarsi persino l'ingresso in Q3. La top ten delle libere 2 infatti diventa inquietante nel momento in cui essa è stata appannaggio di quattro "figli di un dio minore" che al meno nel giro veloce hanno dimostrato meglio di altri di sapersi adattare alle difficoltà del circuito. Paul di Resta con la Force India ha conquistato il quarto posto, che significa seconda fila virtuale. Il compagno di squadra dello scozzese, Adrian Sutil, ha preso possesso dell'ottavo posto. La Toro Rosso (motore Ferrari, per consolare Maranello) sono sesta con Daniel Ricciardo e settima con Jean-Eric Vergne.
In questa scala di valori big come Lewis Hamilton e Romain Grosjean sono riusciti a "elemosinare" per la Mercedes e la Lotus rispettivamente il quinto e il nono posto. Altri big come Kimi Raikkonen hanno concluso 13mo e se vogliamo considerare big i due della McLaren sono stati relegati all'11mo posto Jenson Button e al 14mo Sergio Pérez.

NO COMMENTS

Leave a Reply