Nurburg – Sebastian Vettel e la Red Bull iniziano a svelare le proprie carte, con il tedesco che firma il giro veloce del secondo turno di prove libere in 1’30”416. Seguono Nico Rosberg (Mercedes) a +0”235 e Mark Webber (Red Bull) a +0”267, poi le Lotus di Romain Grosjean a +0”427 e Kimi Raikkonen a +0”432. Più staccate le Ferrari, con Fernando Alonso sesto a +0”640 davanti al compagno di squadra Felipe Massa a +0”643. La Mercedes di Lewis Hamilton è ottava con un distacco di 0”888, dopo essere stato leader nel primo turno.
Al momento la prima giornata di prove libere rispecchia i valori visti in pista a Silverstone. Compresa la variabile Lotus che ancora una volta si piazza davanti alle Rosse. Detto che Alonso ha guidato part-time visti i problemi elettrici della sua monoposto nel primo turno di libere, lo spagnolo non si è lasciato abbattere e ha firmato 39 passaggi.
Sul passo gara la Ferrari sembra avere una marcia in più con le soft, con cui riesce a percorrere più giri degli avversari ma non si dimostra al top con la gomma media, con la quale si trovano invece a proprio agio le Red Bull.
Programma differenziato per le due Mercedes di Rosberg e Hamilton che lascia pochi indizi sulle reali prestazioni. L'ultima parola potrebbe però andare al meteo che con il rialzo sensibile delle temperature previsto potrebbe convincere qualche team ad una strategia dei cambi con scelte più o meno aggressive. La Fia comunque è intervenuta blindando le pressioni e la possibilità di invertire le gomme.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.