Spa – Se non hanno mentito, sapendo di mentire perché si ritiene che le qualifiche saranno bagnate, la top ten delle libere 3 presenta una griglia che boccia Mercedes e Lotus e promuove Red Bull e Ferrari insieme con uno stuolo di seconde linee  lasciate libere di mettersi in mostra.
Il tempo migliore di Fernando Alonso di 1'48"432 ha resistito finchè, a quattro minuti dalla conclusione, Sebastian Vettel non ha deciso di rimettere le cose a posto: 1'48"327, quanto è bastato per mettere tra sé e lo spagnolo 105 millesimi. La convinzione è che la Ferrari è stata spremuta per fare quel crono, la Red Bull ha tenuta nascosta una riserva di potenziale da esplodere nel caso, ma è escluso, in cui le qualifiche saranno su pista asciutta.
Il discorso vale anche per Mark Webber terzo a 206 millesimi dal compagno di squadra ma soprattutto per le Lotus e le Mercedes che hanno girato con il carico aerodinamico utile per la pioggia. La Lotus ha piazzato Romain Grosjean all'ottavo posto con 640 millesimi di distacco e Kimi Raikkonen decimo con 681. La Mercedes Nico Rosberg in nona posizione a 666 millesimi da Vettel e Lewis Hamilton al 12mo a 719.
Tra il terzo, Webber, e il decimo, Raikkonen, per completare la top ten troviamo Jean Eric-Vergne con la Toro Rosso quarto con 449 millesimi di distacco; Felipe Massa con la Ferrari quinto a 461; Jenson Button con la McLaren sesto a 555 (Sergio Pérez 16mo con 1"090 di distacco); Esteban Gutierrez con la Sauber a 603.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.