Moto Guzzi, la customizzazione passa dal Moto Guzzi Garage

DigitasLBi firma la piattaforma digitale per il lancio dei kit di customizzazione dello storico brand italiano. Spazio all’aspetto emozionale e al coinvolgimento con “The Spark”, una serie di documentari dedicati ai guru delle interpretazioni su base Guzzi.

Moto Guzzi V7 II -Dark Rider Kit- 2015 02

Amanti del mondo Moto Guzzi, della customizzazione e delle Cafè Racer, stiamo per consigliarvi un documentario ad alto contenuto emotivo e che sarà in grado di far rivivere la tradizione della Casa dell’Aquila o, semplicemente, trasmettervi l’amore per il mondo Cafè Racer attraverso quattro storie che alimenteranno ulteriormente la vostra passione e non solo.

Parliamo di “The Spark”, documentario visibile sulla piattaforma digitale Moto Guzzi Garage, sviluppata da DigitasLBi in occasione del lancio dei 4 nuovi kit dedicati alla customizzazione della V7 II e che mostra Radical Guzzi che reinterpreta una Cafè Racer in stile “Dapper”, Officine Rossopuro alle prese con una Moto Guzzi in stile Dark Rider, South Garage che sceglie la configurazione Scrambler per la sua V7II. E ancora, Millepercento che fa rivivere la tradizione della casa dell’aquila attraverso la personalizzazione Legend.

Così facendo, Moto Guzzi Garage ripropone l’esperienza dell’officina anche nella realtà digitale non soltanto attraverso quattro storie dedicate al mondo della customizzazione ma consentendo anche all’utente di poter interagire con il sito configurando la propria moto, in modo unico e originale, attraverso schizzi, elementi fotografici e video posizionati su uno sfondo che ricorda il bancone di un meccanico.

“Abbiamo voluto puntare sull’aspetto più emozionale della customizzazione. Una passione travolgente, fatta di impegno, dedizione, sacrificio e tanta fantasia, che per alcuni diventa una vera e propria professione”, Carol Pesenti, managing director DigitasLBi Italia e Spagna.

Non è dunque un caso che la tag line del sito reciti: “Una moto da customizzare è l’inizio di una storia d’amore”. A ogni stile di customizzazione è, infatti, abbinato un racconto di uno dei protagonisti di “The Spark”: il customizzatore parla della sua storia d’amore a partire dalla scintilla (“the spark”, appunto) che ha fatto scattare in lui la passione per la rielaborazione su base Moto Guzzi, passando per i suoi primi lavori, le sue fonti d’ispirazione e i suoi progetti più amati. Oltre ad ascoltare le storie ed interagire con la piattaforma multimediale per scoprire i 4 nuovi kit che segnano l’avvicinamento ufficiale di Guzzi al mondo della customizzazione:  kit Dark Rider, kit Scrambler, kit Dapper e kit Legend, l’utente può anche andare alla scoperta del mondo di riferimento dello stile che preferisce attraverso video più brevi che, come “The Spark”, portano la firma del regista Stefano Girardi.

Nei 30 secondi, sono presentate in montaggio alternato l’allestimento di una moto e la vestizione di una persona che ne incarna il mood.

Infine, Moto Guzzi Garage ospita un’ampia “social gallery”, una galleria fotografica che racconta il mondo della customizzazione attraverso gli scatti realizzati dal fotografo Andrea Pugiotto durante un reportage di viaggio dall’Alta Baviera alle pendici del Gran Sasso. A queste foto, si affiancano quelle dei tanti appassionati che ogni giorno condividono le loro reinterpretazioni su base Moto Guzzi sui social del brand con l’hashtag #guzzigarage.

Il fascino della customizzazione non conosce confini, è arrivato il vostro momento, date sfogo alla fantasia.