Dalla Repubblica Ceca all’Austria, sul Red Bull Ring. La consueta conferenza stampa piloti del hanno inaugura il secondo weekend consecutivo della MotoGP. Presenti Marc Marquez, Maverick Viñales, Valentino Rossi, Dani Pedrosa, Cal Crutchlow e Pol Espargaro.

Il leader del mondiale reduce dalla terza vittoria stagionale inizia così: “L’anno scorso abbiamo incontrato parecchie difficoltà, soprattutto perché era la prima volta su questa pista. Sappiamo già che il tempo sarà piuttosto instabile, ma dobbiamo rimanere concentrati e cercare un buon set up. Si tratta di un circuito speciale, con frenate e accelerazioni violente, per questo sarà importante trovare un buon bilanciamento.

Maverick Viñales, tornato sul podio nella scorsa gara, si sente in forma dopo i test di lunedì scorso: “Mi piace questo tracciato, l’anno scorso avevo un buon feeling e sono riuscito a chiudere vicino ai primi. Sono molto motivato quest’anno, soprattutto dopo i test positivi svolti lunedì: ho ritrovato il feeling delle prime gare, mi sentivo bene in sella e sono pronto per questo weekend. Qui non proveremo la nuova carenatura testata a Brno, ci sono ancora alcuni problemi da risolvere e abbiamo bisogno di altri dati.

Il suo compagno di squadra, Valentino Rossi, è intenzionato a dimenticare la scorsa gara dove ha gettato alle ortiche un possibile podio sicuro: “Il tempo sarà incerto ma dobbiamo cercare di essere pronti in ogni condizione. La giornata di test è stata positiva, alcune cose hanno funzionato e altre no. Una gara flag-to-flag è sempre difficile per tutti i piloti: nel caso di Brno, la pista si è asciugata troppo velocemente e questo non ci ha permesso di calcolare bene i tempi”.

Ottimista Dani Pedrosa: “Nel corso delle ultime tappe abbiamo lavorato molto bene. I test sono stati positivi, anche perché il tracciato è migliorato giro dopo giro, ma stavolta affronteremo il Red Bull Ring, un circuito molto diverso rispetto a quanto visto finora. Ci sono alcuni punti che poi secondi me non sono particolarmente sicuri viste le alte velocità che si raggiungono su questa pista, ma ne parleremo in Commissione di Sicurezza”.

Cal Crutchlow: “A Brno ho ottenuto una buona prestazione anche se non la migliore, visto che avrei preferito essere più vicino al podio, ma ci riproveremo qui. Non ho girato molto lunedì, ho preferito riposarmi visti i postumi della caduta nel corso delle FP3, ma in ogni caso non ho provato niente di nuovo, solo differenti set up e una diversa carenatura. Questo è un buon momento per Honda, i piloti stanno andando bene e la squadra sta lavorando molto”.

Chiude il giro di domande Pol Espargaro: “Sarà un weekend stressante per noi, ma molto importante per la squadra visto anche il nono posto a Brno. Per noi si tratta della prima top ten stagionale, quindi c’è molta motivazione ma anche tanta pressione. Le condizioni a Brno erano strane, ma abbiamo mostrato una buona velocità, tanto che sono riuscito a superare vari piloti. I test ad Aragon con Kallio e Oliveira sono serviti, in ogni gara riusciamo a migliorare”.