Dopo aver dominato le FP3 di questa mattina e le FP4, Marc Marquez chiude il suo sabato perfetto con la pole position al GP d’Austria 2017. Pole numero 70 in carriera, la quinta in questa stagione. La formica atomica ha iniziato la qualifica stampando tempi stratosferici da subito, con un 1’23”5 che ha lasciato tutti ad almeno 7 decimi e migliorandosi in seguito fino al giro-pole in 1’23”235.

Il tempo di Marquez è sembrato irraggiungibile, ma i due piloti Ducati hanno ridimensionato la sua performance: prima Jorge Lorenzo e poi Andrea Dovizioso si sono avvicinati concludendo con il forlivese in seconda posizione a 144 millesimi e il maiorchino staccato di nemmeno quattro decimi dal connazionale. Per Lorenzo, finalmente una qualifica degna di nota. Merito del nuovo casco “Diablo”?

@motogp.com

Più lontano il resto del plotone, che si apre con Maverick Viñales 4° a oltre mezzo secondo di ritardo e un eccellente Danilo Petrucci al quinto posto dopo aver ottenuto il passaggio dal Q1. Il pilota italiano, con il miglior tempo nella prima fase fatto registrare in 1’23”754, è riuscito ad ottenere una prestazione di tutto rispetto nonostante la sua Ducati non sia nelle condizioni migliori. Johann Zarco chiude la seconda fila.

Dietro di lui Valentino Rossi, 7° e a sette decimi da Marquez (a 2 dal compagno di team) e Dani Pedrosa 8° dopo aver passato il taglio in Q2 alle spalle di Petrucci. Decimo Andrea Iannone, che sul finire delle FP4 ha rotto il motore della sua Suzuki, e ancora una volta è stato protagonista di un diverbio in pista con Marquez, legato alla scia sfruttata dal pilota di Vasto alle spalle del numero 93.

La griglia di partenza del GP Austria 2017