Il leader della classifica piloti conquista punti importanti con la vittoria nel GP della Repubblica Ceca 2017. Una vittoria decisa nei primissimi giri della gara e frutto del tempo incerto. Partiti tutti con gomme wet, Marquez è l’unico della ciurma a montare una posteriore soft.

Partito al via in modo perfetto, lo spagnolo si mette davanti a tutti alla prima fotocellula, ma la pista inizia ad asciugarsi molto prima del previsto e il leader del mondiale soffre un calo di prestazioni impressionante: nel giro di una tornata viene risucchiato oltre la decima posizione.

L’azzardo si tramuta però in un clamoroso colpo di fortuna.

Trovandosi ben lontano dal gruppetto di testa (in quel momento Rossi, Zarco, Dovizioso), Marquez apre le danze per il cambio moto con gomme da asciutto al secondo giro, rientrando in pista e iniziando a guadagnare la bellezza di 10 secondi a botta. Tutti gli altri attendono troppo per il bike swap (anche 4 giri in più) e Marquez si ritrova magicamente con la vittoria in pugno senza il minimo sforzo, chiudendo davanti al compagno di squadra Dani Pedrosa – costretto invece alla risalita dalle retrovie – con ben 12 secondi di vantaggio.

La Honda capitalizza così al massimo i test fatti proprio a Brno, mentre per Pedrosa si tratta del 150esimo podio in carriera, pari e patta con il mostro sacro Giacomo Agostini e secondo alle spalle di un inarrivabile Rossi (oltre 200 podi). A completare il podio di Brno tutto spagnolo ci pensa la Yamaha di Maverick Viñales, che mette così una bella toppa a un weekend per nulla eccellente.

@motogp.com

Non può dirsi soddisfatto il suo compagno di squadra Valentino Rossi, che al contrario di Marquez attende un’eternità per il cambio moto e sorpasso dopo sorpasso (con un ritmo simile allo spagnolo) arriva solo al 4° posto finale, a 20 secondi dal numero 93. Stessa sorte per la Ducati di Andrea Dovizioso: attesa eccessiva e 6° posto alla bandiera a scacchi.

Peggio è andata solo a Jorge Lorenzo, al primo giro leader della corsa e alla fine solo 15°, e ad Andrea Iannone, 19° dopo una caduta ai box durante il cambio moto per evitare il rientrante in pista Aleix Espargarò (penalizzato di 3 posizioni per aver causato l’incidente del pilota della Suzuki). L’ordine di arrivo del GP Repubblica Ceca.

La classifica piloti vede adesso Marquez in testa con 154 punti, seguito da Viñales a 140, Dovizioso a 133, Rossi a 132 e Pedrosa a 123. La classifica completa.