L’annuncio del forzato ritiro sembra inevitabile. La causa è che dopo due interventi chirurgici l’avambraccio destro continua a provocargli enormi fastidi e non può più essere operato. La Honda rivolge la sua attenzione a Casey Stoner ma l’australiano non sembra intenzionato a rientrare nel giro mondiale.

dani pedrosa lascia motogp

Dopo la cocente sconfitta neanche minimamente mitigata dalla rabbiosa rimonta di Marc Marquez dall’ultimo al quinto posto il dopo Gran Premio del Qatar per la Honda è appesantito da una notizia choc. Dani Pedrosa ha annunciato che intende ritirarsi momentaneamente dalla corse. Il pilota spagnolo ha detto che è costretto a fermarsi a causa dei problemi fisici all’avambraccio destro.

“E’ un anno che ho tantissimi problemi. Abbiamo fatto di tutto per risolverli, compresa l’operazione dello scorso anno, ma senza esito positivo. Non posso continuare a correre così. In questo momento non ho risposte sul futuro. I dottori mi hanno detto che non posso più essere operato. Ma non posso correre così e non so cosa fare”, Dani Pedrosa.

La sindrome compartimentale lo ha già costretto a due interventi ma al momento la parola ritiro non è stata ancora pronunciata. Potrebbe arrivare a breve, tanto che alla Honda starebbero già pensando a trovare un sostituto, almeno temporaneo. Il nome che tutti fanno è quello di Casey Stoner già sotto contratto con il gigante di Tokyo nel ruolo di collaudatore e pilota per la 8 Ore di Suzuka. L’australiano ha salutato la MotoGP alla fine del 2012, sbattendo la porta e lasciandosi alle spalle non poche polemiche. In questi tre anni di assenza ha fatto parlare di se per il suo tentativo, andato a vuoto, di correre nelle auto, ma anche per il suo libro autobiografico e qualche uscita “fuoristrada” per seguire il Supercross Usa e sostenere la campagna iridata del suo amico Ryan Villopoto contro il messinese Tony Cairoli.

Mentre sotto i riflettori del Losail Pedrosa faceva l’annuncio choc Stoner era in Argentina a seguire il Mondiale motocross ma anche per dedicarsi alla sua più grande passione, la pesca. L’impressione è che l’australiano non sia disposto a fare un passo indietro, in tutti i sensi. Certo, ad appena 29 anni la voglia di stringere un manubrio tra le mani è ancora intatta e la Honda proverà di tutto per convincerlo, magari solo a fare qualche apparizione estemporanea, anche perché prima c’è da capire quali siano le reali condizioni e intenzioni di Pedrosa. Se lo spagnolo sarà costretto a ritirarsi definitivamente dall’attività o se basterà una pausa di qualche settimana, o qualche mese per tornare al meglio della sua condizione fisica.

NO COMMENTS

Leave a Reply