“Satu Hati”. Dall’indonesiano all’italiano “Un cuore”. “Satu Hari” è la scritta inserita insieme con il logo della Michelin Bibendum sulla livrea della nuova RC213V, che riprende i colori delle passate stagioni e che Honda, guarda caso, ha presentato in Indonesia, sul circuito di Sentul, nei pressi di Giakarta. E’ la nuova arma affidata a Marc Marquez e Dani Pedrosa per riprendere alla Yamaha il titolo iridato MotoGP.

Le principali modifiche riguardano le componenti tecniche e aerodinamiche, col cupolino leggermente differente rispetto da quello della stagione passata. Il telaio si presenta più rigido, in grado di sopportare le sollecitazioni del potente propulsore Honda e garantire allo stesso tempo stabilità di guida ai piloti.

Dopo il doppio kappaò nel titolo piloti e costruttori, il team giapponese è chiamato alla stagione del riscatto, ma i primi test di Sepang delle scorse settimane hanno confermato il gap con la Yamaha e ora i tecnici della Honda sono al lavoro per cercare di limarlo nei test di Phillip Island, dal 17 al 19 febbraio, e in Qatar, dal 2 al 4 marzo.

“Andiamo in Australia e non vediamo l’ora di proseguire il nostro lavoro sul nuovo motore e sulla nuova elettronica. Abbiamo fatto qualche passo nella giusta direzione a Sepang ma dobbiamo fare di più a Phillip Island. Sono convinto che gli ingegneri della HRC e il mio team porteranno altri miglioramenti”, Marc Marquez.

56c0997bb5851

“Sono fiero di avere speso tutta la mia carriera in MotoGP alla Repsol Honda. Stiamo affrontando molti cambiamenti e abbiamo tanto lavoro da fare ma mi sento bene fisicamente e non vedo l’ora di iniziare”, Dani Pedrosa.