Jorge Lorenzo è stato il pilota più veloce del venerdì di Motegi. Il rider maiorchino della Yamaha ha chiuso questa prima giornata di prove con il tempo di 1’45”151. A soli 53 millesimi dallo spagnolo troviamo il nostro Andrea Dovizioso, che dopo la prima posizione della mattinata giapponese, conclusa col tempo di 1’45”786, non riesce a confermarsi per un soffio anche nel pomeriggio.

I TEMPI DELLE LIBERE 1.

A seguire gli spagnoli Maverick Vinales e Marc Marquez: sono 97 i millesimi che dividono il rider della Suzuki dalla vetta, mentre l’alfiere della Honda è staccato di soli 152 millesimi. Si conferma competitivo in questa ultima parte di stagione Cal Crutchlow, quinto, davanti ad Aleix Espargaro e Valentino Rossi: tutti e tre pagano un distacco di tre decimi da Lorenzo.

ok_TIN9813

Sul passo gara Marquez sembra ancora avere qualcosina in più rispetto alla concorrenza, nonostante ciò le Yamaha possono dire la loro, considerando soprattutto la mancanza di vittorie della Casa giapponese in questa stagione da giugno in poi.

Rovinose cadute al termine delle FP2 hanno confermato quanto sia selettiva la pista di Motegi.

LA CARTA D’IDENTITÀ DEL CIRCUITO BY BREMBO.

Il Twin Ring è da sempre un circuito ostico da affrontare, ne sa qualcosa il povero Alex De Angelis, autore di una caduta bruttissima nel corso del weekend della scorsa stagione. Questa volta a farne le spese sono stati Eugene Laverty e Dani Pedrosa. Il pilota della Honda è stato protagonista di un highside in curva 11, una delle più difficili del mondiale: per lui rottura della clavicola e operazione in vista. Da valutare i tempi di recupero.

Se lo spagnolo è riuscito comunque ad andare al centro medico con le proprie gambe, non si può dire lo stesso del pilota Ducati, travolto dalla sua moto dopo essere caduto in curva 6. Per lui barella e trasporto immediato alla clinica mobile per verificare le condizioni, sperando in niente di grave. Altre cadute, ma meno significative, hanno riguardato Marquez, Pol Espargaro e Jack Miller.

Schermata 2016-10-14 alle 09.43.55

Graditi ritorni e qualche volto nuovo in questa prima giornata di prove.

Bello rivedere in sella Bradley Smith e Jack Miller, recuperati dai rispettivi infortuni ma ancora non perfettamente al top, così come dimostrano i tempi specialmente dell’inglese della Yamaha Tech 3, ancora lontani dai suoi standard.

Esordio in MotoGP per l’australiano Mike Jones, che col team Avintia di Ducati prende il posto di Hector Barbera, impegnato con la moto ufficiale di Borgo Panigale in questo weekend in sostituzione di Andrea Iannone, ancora infortunato alla vertebra e in dubbio pure per il prossimo appuntamento di Phillip Island. Infine rivediamo Nakasuga a bordo di una Yamaha come Wild-card.

I TEMPI DELLE LIBERE 2.

Oggi bellissima giornata di sole al Twin Ring, con la temperatura che non ha superato i 21° C, mentre l’asfalto si è stabilizzato sui 31-32° C. Se le condizioni meteo dovessero rimanere tali, si prospetta un weekend entusiasmante a partire già dalle qualifiche di domani.

SHARE
Giuseppe Marino
Laureato in giornalismo a Messina, è pazzo d'amore per la Formula 1 e la MotoGP. Buttato giù dal letto a 4 anni per seguire le gare in Australia e Giappone, deve tutto a Michael Schumacher e Valentino Rossi, idoli dell'infanzia. Informare gli appassionati è un piacere che cresce ogni giorno di più.