1'29"383 dopo l'1'30"395 delle libere 1 alle spalle (+348 millesimi) di Lorenzo il quale nel secondo turno è secondo a 50 millesimi dal connazionale. Impresa di Maverick Viñales terzo a 135 millesimi. La prima Ducati è quella di Andrea Iannone, quarto a 161 millesimi (Dovizioso 14mo). Valentino Rossi nono a 658 millesimi.

MARQUEZ-ARAGON (FILEminimizer)

Gran Premio d’Australia, libere 1 (temperatura nell’aria 16 gradi, 20 sull’asfalto, pista umida): otto dentro 1’30”, tra il primo e l’ottavo 920 millesimi. Libere 2 (nell’aria 16 gradi, 26 sull’asfalto, pista asciutta): sei dentro 1’29”, tra il primo e il sesto 493 millesimi. Il primo stamane Jorge Lorenzo in 1’30″047, secondo Marc Marquez a 348 millesimi. Nel pomeriggio a ruoli invertiti: al primo posto il pilota della Honda Repsol in 1’29″383, al secondo quelllo della Yamaha Movistar a 50 millesimi.

Jorge Lorenzo, 18 punti di svantaggio nella classifica iridata, ha fatto quel che da lui ci si aspetta. Il leader, a tre gare dalla conclusione, Valentino Rossi ha arrancato limitando il passivo nel primo turno a 525 millesimi col terzo tempo ma è scivolato al nono posto a conclusione dei 45 minuti pomeridiani a 658 millesimi da Marquez, 599 da Lorenzo. Il solito venerdì del Dottore? Speriamo per lui che sia così.

Nella virtuale griglia di partenza oggi si trova Maverick Viñales che ha portato la Suzuki n. 25 al terzo posto con 135 millesimi di distacco. Un’impresa se teniamo conto che il compagno di squadra del rookie, il suo connazionale Aleix Espargaro, ha chiuso al decimo posto con 730 millesimi di distacco.

Nella seconda fila virtuale la Ducati Team di Andrea Iannone, quarto a 161 millesimi (Andrea Dovizioso fuori dalla top ten, 14mo a 1″068), la Honda LCR di Cal Crutchlow quinto a 196 e la Honda Repsol n. 26 di Dani Pedrosa sesto a 493.

Danilo Petrucci con la Ducati Pramac ha chiuso al settimo posto (+638), Bradley Smith con la Yamaha Tech 3 al nono (+649), Valentino Rossi nono.

Tra i dieci che hanno acquisito il diritto di partecipare alla Q2 salvo modifiche domani nelle libere 3 c’è Aleix Espargaro. Gli altri, tempo permettendo, dovranno migliorare i loro tempi domani mattina. Il crono da battere e 1’30″113, quello di Aleix appunto. Sotto a chi tocca.

NO COMMENTS

Leave a Reply