MotoGP, GP Francia. L’assalto di Lorenzo centra il bersaglio. Marquez terzo, Rossi decimo

Il pilotan della Yamaha Movistar il solo a fare 1'32"830. A seguirlo nove avversari nell'1'33". Secondo Andrea Iannone a 339 millesimi, terzo Marc Marquez a 483. Valentino Rossi lontano, decimo a 1"144.

JORGE LORENZO

L’assalto alla collina 1’32” è cominciato stamane con colpi d’assaggio di artiglieria e la fanteria della Honda Repsol che a conclusione delle libere 1 ha piantato la bandiera a quota 1’34″042 con Dani Pedrosa che è stato il più veloce tra i 13 che hanno raggiunto la stessa quota.

Nel pomeriggio l’artiglieria ha cominciato a centrare il bersaglio grosso spianando la strada a Jorge Lorenzo il quale con la Yamaha Movistar assalto dopo assalto ha raggiunto l’obiettivo a quota 1’32″830. Gli altri troppo indietro per insidiarlo e nessuno capace di raggiungere la stessa quota.

Nove piloti hanno raggiunto, a conclusione delle libere 2, quota 1’33”. Andrea Iannone, secondo con la Ducati Team; Marc Marquez, terzo con la Honda Repsol a 483; Pol Espargaro, quarto con la Yamaha Tech3 a 576; Andrea Dovizioso, quinto con l’altra Desmosedici ufficiale a 744; Aleix Espargaro, sesto con la Suzuki a 765; il compagno di squadra Maverick Viñales, settimo a 783; Dani Pedrosa, ottavo con la Honda Repsol n.26 a 918; Hector Barbera, nono con la Ducati Avintia a 1″121; Valentino Rossi, decimo con la Yamaha Movistar n.46 a 1″144.

Il rientrante dalla convalescenza Danilo Petrucci 11mo con la Ducati Pramac.