MotoGP GP Malesia. Rossi Vale una penalizzazione: partirà ultimo a Valencia

Il Dottore è stato ritenuto colpevole dello scontro con Marquez e soprattutto d’avere agito scorrettamente nei confronti del pilota della Honda Repsol costretto al ritiro dopo la caduta. Jorge Lorenzo furioso: “Non è una giusta decisione. Doveva essere squalificato”. La Yamaha ha presentato ricorso che è stato respinto.

ROSSI-MALESIA 2

Appena sceso dalla moto gli hanno detto che era stato convocato dalla direzione corsa. Nel box Yamaha la certezza che Rossi sarà penalizzato non è dichiarata ma è nei pensieri di tutti. Valentino si difende.

“Purtroppo ho perso un sacco di tempo a lottare con Marc. Alla curva 14 ho provato ad allargare per fare una linea migliore, ma lui stava cercando solo di infastidirmi e crearmi problemi. Sfortunatamente è arrivato verso di me e ci siamo toccati. E’ un peccato perché penso che in una gara normale me la sarei giocata con Jorge e invece abbiamo perso altri punti. A Valencia sarà ancor più difficile”, Valentino Rossi.

Sì. Non solo difficile ma anche impossibile. Rossi oggi per quel gesto inconsulto potrebbe avere regalato il titolo iridato a Jorge Lorenzo perché nell’ultima gara partirà dall’ultima casella della griglia. La Direzione gara, infatti, lo ha riconosciuto colpevole non solo dello scontro con Marquez ma anche di avere volutamente spinto lo spagnolo provocandone la caduta ed il ritiro.

ROSSI MARQUEZ

La Direzione gara ha inflitto al centauro di Tavullio 9 volte campione del mondo tre punti di penalizzazione sulla patente Fim. I tre punti scalati dalla patente, sommato a quello che il Dottore aveva già perso a Misano non lasciano scampo: comportano la partenza dall’ultima fila. Proteggere i 7 punti di vantaggio è diventata una mission impossibile. La speranza era stata riposta nel ricorso ufficializzato dalla Yamaha avverso la decisione della Direzione gara che però è stato respinto. Rossi lasciata la Direzione gara dopo avere appresa la notizia della penalizzazione non si è presentato alla consueta conferenza stampa riservata ai piloti che sono andati a podio.

Decisione che non è piaciuta a Jorge Lorenzo che si aspettava la squalifica di Rossi. Il nervosismo del maiorchino è stato manifestato dal suo atteggiamento mentre la Direzione gara stava prendendo la decisione sulla sanzione da comminare a Rossi. E’ infatti entrato in direzione urlando la propria rabbia. Poi uscendo a commentato:

“Penso che non sia giusto. Con il suo comportamento Rossi ha fatto chiudere la gara di Marquez a 0 punti, perciò i suoi punti gli andavano tolti. Non è stata presa questa decisione perché lui è Valentino Rossi. A Valencia ancora non penso. Il contatto non era necessario”, Jorge Lorenzo.

Quando ha saputo che la Yamaha ha presentato ricorso si è rabbuiato in viso e si è abbandonato ai suoi pensieri. Non se l’aspettava. Anche quello un trattamento speciale perché si chiama Valentino Rossi? Si è rasserenato quando ha appreso che il ricorso è stato respinto.