MotoGP GP Olanda. Prima giornata ad Assen, doppia Honda con Pedrosa e Marquez

Dani 1’33”450, Marc a 139 millesimi. Terza la Yamaha Movistar di Valentino Rossi a 202 millesimi, Jorge Lorenzo sesto. La prima Ducati è quella di Andrea Iannone, quarto. Otto piloti nel range di 1’33”, tra il primo e l’ottavo 407 millesimi.

DANI PEDROSA

La Honda Repsol si ribella alla crisi, dopo il secondo e terzo posto delle libere 1 dominate da Valentino Rossi (1’34”357) ha marcato a fuoco la seconda sessione. Giro veloce di Dani Pedrosa, 1’33”450 sotto il record di Casey Stoner che durava dal 2011, secondo Marc Marquez a 139 millesimi (in mattinata nel primo giro lanciato una caduta alla curva 15 che sembrava non lasciare spazio all’ottimismo),

Otto piloti dentro il range di 1’33”, tra il primo e l’ottavo 407 millesimi. Tra questi Valentino Rossi, il quale con la Yamaha Movistar n.46 si è classificato terzo a 202 millesimi da Pedrosa e a 63 da Marquez. Il compagno di squadra del 9 volte campione del mondo, Jorge Lorenzo, ha concluso sesto con 291 millesimi di distacco.

La Ducati di Andrea Iannone ha conquistato il quarto posto con 249 millesimi distacco, l’altra di Andrea Dovizioso si è classificata settima a 394. Quinta la Honda LCR di Cal Crutchlow a 284 millesimi, ottava la Suzuki di Aleix Espargaro a 407.

Completano la top ten delle libere 2 Danilo Petrucci con la Ducati Pramac a 683 millesimi e la Suzuki di Maverick Viñales a 782.

Domani le qualifiche, il Gran Premio d’Olanda per tradizione si corre di sabato.