Nelle fasi conclusive la Ducati stacca il miglior giro in 1'54"113 mettendo dietro la Honda Repsol di Pedrosa a 217 millesimi e quella di Marquezs a 324. Seconda fila ancora Ducati con la Team di Iannone quarto e la Pramac di Hernandez quinta. Lorenzo sesto, Rossi ottavo.

DOVIZIOSOSembrava avesse esaurito i colpi negli ultimi test invernali. Stasera più folgorante delle luci che hanno illuminato il circuito di Losail la Ducati Team è ricomparsa accaparrandosi all’ultimo istante la prima pole position della stagione. Nei panni di Arsenio Lupin Andrea Dovizioso che ha spiccato 1’54″113 togliendo per 217 millesimi la pole position alla Honda Repsol di Dani Pedrosa che fino a quel momento aveva resistito ai reiterati attacchi del compagno  di squadra Marc Marquez che partirà in prima fila ma col terzo tempo a 324 millesimi da Dovizioso.

Il ruolo preponderante della Ducati lo si rileva dal resto del pacchetto dei 12 che hanno disputato la Q2. In seconda fila, infatti, col quarto tempo la Ducati Team di Andrea Iannone a 408 millesimi e col quinto la Pramac di Yonny Hernandez a 562. Con loro la la Yamaha Movistar di Jorge Lorenzo sesto a 598 millesimi.

La terza fila è stata appannaggio di Bradley Smith (secondo in Q1), settimo con la Yamaha Tech3 a 619 millesimi, Valentino Rossi, settimo con la Yamaha Movistar a 738 e Danilo Petrucci (primo in Q1), nono con la Ducati Pramac a 763.

Quarta fila con Pol Espargaro, decimo con la Yamaha Tech3 a 891 millesimi, Aleix Espargaro, 11mo con la Suzuki a 922 e Cal Crutchlow (caduta senza conseguenze alla curva 14) 12mo con la Honda LCR Open a 1″010.

Domani alle 17:00 il warm up e la gara alle 21:00 (orari in Italia).

NO COMMENTS

Leave a Reply