MotoGP, GP Spagna. Incommensurabile Valentino Rossi, il leone inferocito ghermisce la pole

All'ultomo assalto Re Leone ha spiccato 1'36"736. Con lui in prima fila Jorge Lorenzo a 122 millesimi e Marc Marquez a 155. In seconda fila Andrea Dovizioso, Maverick Viñales e Aleix Espargaro.

VALENTINO ROSSI

Il primo ruggito spaventoso l’aveva emesso nelle libere 3 che aveva dominato con 1’39″244. Si è concesso una pausa nelle libere 4 (primo Lorenzo, 1’39″241) per tornare a ruggire in qualifica. Re Leone ha ghermito la pole position con 1’38″736. Non capitava da Assen 2015, 62ma pole position in carriera.

Incredibile, incommensurabile, immarcescibile (37 anni) Valentino Rossi! Un ultimo assalto spaventoso che ha tolto dal primo posto Jorge Lorenzo e respinto al terzo Marc Marquez, rispettivamente a 122 e 155 millesimi. Due Yamaha Movistar e una Honda Repsol, una prima linea di fuoco per la partenza di domani.

Battaglia all’ultimo assalto, come dimostrano i distacchi, anche per l’acquisizione della seconda fila alla quale hanno  partecipato con furore agonistico una Ducati Team e le due Suzuki. Andrea Dovizioso ha conquistato il quarto posto a 844 millesimi da VR46, quinto Maverick Viñales 1 millesimo più lento del Dovi, sesto Aleix Espargaro 7 millesimi di ritardo sul compagno di squadra. Spettacolo nello spettacolo.

In terza fila  la Honda Repsol di Dani Pedrosa settimo a 942 millesimi, la Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro ottavo a 984 e la Ducati Avintia, la sorpresa di venerdì e sabato, di Hector Barbera nono a 1″006.

In quarta Cal Crutchlow (primo in Q1) con la Honda LCR decima 1″145, Andrea Iannone in difficoltà con le gomme con la sua Ducati Team 11ma a 1″318, e Loris Baz (secondo in Q1) con la Ducati Avintia a 1″448.

Completano lo schieramento Alvaro Bautista con l’Aprilia, Bradley Smith con la Yamaha Tech 3 e Eugene Laverty con la Ducati Aspar in quinta fila; Yonny Hernandez con la Ducati Aspar,  Scott Redding con la Ducati Pramac e Stefan Bradl con l’Aprilia in sesta; Jack Miller con la Honda Estrella Galicia, Michele Pirro con la Ducati Pramac e Tito Rabat con l’altra Honda Estrella Galicia in settima.

Domani alle 09:40 il warm up, la gara scatterà alle ore 14:00.