Impresa agghiacciante del due volte campione del mondo che batte la sfortuna ed i rivali che godevano della sua disgrazia quando lo hanno visto correre verso il box per saltare in sella alla seconda Honda Repsol. Con un giro della morte ha tolto la pole ad Andrea Dovizioso e gli ha dato 339 millesimi di distacco.

Marc MarquezLa sfortuna non l’ha piegato. Ferma la prima moto per un guasto misterioso, è rientrato di corsa al box, è saltato in sella alla seconda Honda Repsol, è entrato in pista e dalla sua Colt sono partiti curva dopo curva proiettili letali che hanno annientato la concorrenza. 2’02″135, pole position!

Di fronte alla furia vendicatrice di Marc Marquez sono rimasti senza parole al box della Ducati Team dove stavano pregustando la seconda pole consecutiva di Andrea Dovizioso e in quello della Yamaha Movistar dove contavano di avere in prima fila entrambi i piloti.

A conclusione del giro della morte il due volte campione del mondo ha dato 339 millesimi di distacco a Dovizioso e 405 a Jorge Lorenzo i quali con lui formano la prima fila della griglia; 438 a Valentino Rossi indietreggiato al quarto posto in seconda fila.

Nel secondo allineamento col Dottore hanno trovato posto Cal Crutchlow quinto con la Honda LCR Open a 478 millesimi e Scott Redding sesto con la Honda Marc VDS a 539.

La terza fila è composta da Andrea Iannone arrivato dalla Q1, con la Ducati Team settimo a 657 millesimi, Aleix Espargaro ottavo con la Suzuki a 734 e il fratello Pol nono con la Yamaha Tech 3 a 1″026.

L’ultima fila della dozzina della Q2 ha allineato Bradley Smith  decimo con la Yamaha Tech 3 a 1″305, Danilo Petrucci 11mo con la Ducati Pramac a 1″606, Maverick Viñales, arrivato anch’egli dalla Q1, 12mo con l’altra Suzuki ufficiale a 1″619.

Contrariamente alle previsioni oggi non ha piovuto. La pioggia dovrebbe tornare domani in gara. Marc Marquez è stato il più veloce anche nelle libere 3 (12’03″302) e nelle libere 4 (2’03″548).

NO COMMENTS

Leave a Reply