Allineati e coperti come soldatini ubbidienti ai comandi della Honda Repsol Andrea Iannone, secondo con la Ducati a 706 millesimi, Maverick Viñales, terzo con la Suzuki. Jorge Lorenzo e Valentino Rossi rispettivamente quinto e sesto.

MARC MARQUEZ

2’04″953 stamattina, 2094″034 nel pomeriggio a conclusione di due sessioni di prove libere per gli altri imbarazzanti. Sulla “sua” pista, sulla quale ha vinto e stravinto tutto e di più, Marc Marquez dopo il trionfo argentino si è candidato per la vittoria domenica in gara.

Siamo a venerdì, è vero, ma lo strapotere esercitato al primo approccio che ha annichilito i più agguerriti, nonostante l’impegno profuso, non concede voli pindarici su un pronostico diverso. Salvo cadute. Come quella che Marquez non ha potuto evitare in curva 20 quando stava battendo al secondo tentativo di 6 decimi il suo precedente crono. Caduta innocua che non gli ha impedito, con le stesse gomme montate sulla moto 2, di superare se stesso a conclusione di una giornata da dominatore.

Tra i lottatori più irriducibili Andrea Iannone (perderà tre posizioni in griglia perché ritenuto colpevole dello scontro col compagno di squadra a Termas di Rio Hondo) che si è accaparrato il secondo posto con la Ducati Team a 706 millesimi mentre Andrea Dovizioso non è riuscito a migliorare un nono posto mediocre a 1″161. Terzo l’altro irriducibile del pomeriggio Maverick Viñales con la Suzuki a 861 e quarto, non più una sorpresa nelle libere, Scott Redding con la Ducati Pramac a 865.

I due della Yamaha Movistar, anch’essi combattivi, hanno dovuto prendere atto della situazione e accontentarsi di quel che loro ha passato il convento: Jorge Lorenzo quinto a 867 millesimi, Valentino Rossi sesto a 940.

La top ten della prima giornata, nata dalla combinata delle due sessioni, è stata completata da Loris Baz, settimo con la Ducati Avintia a 1″156, dal deludente Dani Pedrosa, ottavo con la Honda Repsol n. 26 a 1″160 dal compagno di squadra, e da Cal Crutchlow, decimo con la Honda LCR a 1″359.

NO COMMENTS

Leave a Reply